Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
13:28
Domenica
20/05/2018
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/Anno 2018/Consorzio ex Valle Lao

Continua ad oltranza lo sciopero dei lavoratori dipendenti dell'ex Valle Lao

Dal Segretario generale della Flai CGIL di Castrovillari riceviamo e pubblichiamo integralmente il comunicato stampa riguardante lo stato di agitazione dei lavoratori del Consorzio di Bonifica ex Valle Lao che da nove mesi non ricevono lo stipendio.

ALTO TIRRENO CALABRIA - Continua ad oltranza lo sciopero della totalità delle lavoratrici e lavoratori dipendenti del Consorzio di Bonifica ex Valle Lao di Scalea. Le maestranze da ieri hanno incrociato le braccia rivendicando in primo luogo il la corresponsione di ben nove mesi di salari e stipendi e non solo.

I lavoratori guidati dal Segretario Generale della Flai - Cgil di Castrovillari, Silvano Lanciano, addebitano alla Regione Calabria l'assoluta inefficienza ed inefficacia dell'Amministrazione Pubblica regionale che, nel periodo di ben due anni e con ben tre Commissari Straordinari, nominati alla guida dell'Ente di Bonifica non ha fatto altro che aggravare la condizione del Consorzio senza mettere in campo nessuna buona pratica amministrativa, neanche per l'ordinaria amministrazione e gestione, per risollevarne in qualche modo le sorti.

Le maestranze si dichiarano disponibili, assistite dal loro Sindacato, ad affrontare e valutare congiuntamente all'Amministrazione Pubblica regionale i problemi derivanti dalla condizione di paralisi economico finanziaria dell'Ente ovvero alla messa in campo di buone pratiche amministrative per valorizzare professionalità e competenze.

Lo sciopero andrà avanti ad oltranza, ovvero fino a quando non saranno state corrisposte le mensilità arretrate ad operai ed impiegati della bonifica. Nessun dipendente infatti è disposto a riprendere l'attività lavorativa senza che prima gli siano state corrisposte le retribuzioni come in diritto.

La Flai - Cgil di Castrovillari esprime grande preoccupazione per la condizione di paralisi ed asfissia del Consorzio di Scalea, aggravata dalla mala gestione di ben tre commissari straordinari, che non hanno fatto altro che accelerare inesorabilmente il declino, e stigmatizza le politiche attendiste della Giunta Regionale della Calabria e la paralisi ormai conclamata del Dipartimento Agricoltura.

Allo sciopero hanno aderito la quasi totalità dei lavoratori, impiegati ed operai, iscritti e non alla Flai - Cgil che guida la lotta delle maestranze consortili, che hanno di fatto blindato gli accessi al Consorzio di Bonifica di Scalea per come avevano annunciato già nell'incontro, tenuto presso l'ufficio dell'Ing, Carmelo Salvino del Dipartimento Agricoltura, il 24 gennaio ultimo scorso.

Dallo sciopero odierno è scaturita l'ennesima formale richiesta d'incontro al Presidente della Giunta Regionale On. Mario Oliverio che ha la delega all'Agricoltura che qualora non sarà riscontrata a breve, si metteranno in campo idonee e più incisive azioni sindacali con manifestazioni anche simboliche contro la Regione Calabria, interessando anche gli oltre 300 operai forestali dipendenti dell'Ente consortili per le conseguenti negative ricadute sulla loro condizione.
Castrovillari, 3 febbraio 2018
Il Segretario Generale Flai-Cgil di Castrovillari (Silvano Lanciano)

 

03/02/2018
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati