Abystron.Org
|Calabria

Libri in libertà al Metastasio per la Giornata mondiale del libro

SCALEA - Libri in libertà. E' il nome dato alla manifestazione organizzata in occasione della Giornata mondiale del libro al Liceo Metastasio.

A venti anni dalla sua istituzione, sono molte le iniziative che la ricordano e con essa commemorano alcuni tra i più grandi e letti autori di tutti i tempi: Shakespeare, Cervantes, ai quali quest'anno si aggiunge Ariosto. Nell'aula magna dell'istituto di Scalea, ad esempio, erano state create delle isole in cui, a turno, chi voleva tra gli studenti poteva leggere qualche pagina del suo libro preferito. C'erano isole dedicate ai diversi generi letterari, dal fantasy al giallo, dalla poesia all'horror. Sparsi qua e là, libri, libri dappertutto, o, più semplicemente, titoli e frasi tratte dalle più grandi opere della letteratura mondiale. Il suono di un campanello segnava l'avvicendarsi degli studenti nella lettura, mentre altri compagni suonavano pezzi in sottofondo con la chitarra, il sax, la fisarmonica.
Un modo originale e partecipato di vivere la lettura, con l'obiettivo di coinvolgere le nuove generazioni in attività ancora poco frequentate da molti, ma non dai più, per fortuna: questo si è capito guardando i tanti ragazzi con uno o più libri stretti tra le mani, che assaporavano, forse per la prima volta, il piacere di leggere ad alta voce e in compagnia, e di far conoscere agli ascoltatori i propri gusti letterari. C'erano opere recenti ma anche tanti classici della narrativa e della poesia, che simbolicamente riannodavano insegnanti e alunni, perché questo è il bello di un classico, valere per sempre e per tutti, accendere le identiche passioni in un giovane e in chi non lo è più, anche semplicemente rileggendone un passo o sottolineando una strofa con una diversa modulazione della voce.
Sonia Benedetto, docente di Lettere al liceo Metastasio, ne è stata l'organizzatrice. Sempre lei ha curato la scenografia e ha avuto la felice idea delle isole, consentendo di sfruttare al meglio sia il tempo che lo spazio dell'aula magna, e dando la possibilità ai numerosi ragazzi presenti di passare da un'isola all'altra, e quindi da un genere all'altro, in assoluta libertà. Perché - come ha detto la docente - la lettura libera, la lettura è libertà.

Tania Paolino
25/04/2016

ABYSTRON.ORG
Fonte: http://www.abystron.org/expo/calabria/2016/libri-in-libert%c3%a0.aspx
Data: sabato 19 settembre 2020 - 01:16:38