Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
09:44
Lunedì
22/07/2019
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Italia

ITALIA


23/06/2019

No regionalizzazione Scuola. Manifestazione nazionale il 25 luglio 2019 a Roma in Piazza Montecitorio

ROMA - Una manifestazione nazionale contro la regionalizzazione della Scuola a Roma in Piazza Montecitorio il 25 giugno 2019. L'iniziativa è nata spontaneamente nel mondo della scuola italiana con la costituzione di un Comitato cittadino nazionale ed ha visto in breve tempo l'adesione di organizzazioni sindacali e associazioni che manifesteranno tutto il loro dissenso di fronte ai Palazzi della politica, rispetto al progetto della cosiddetta "autonomia differenziata" fortemente voluta da uno degli azionisti della maggioranza di Governo. Ecco il manifesto programmatico che riassume le parole d'ordine dell'iniziativa che sembra voglia rappresentare un vero e proprio inizio di un percorso destinato ad allargarsi in tutto il Paese.

01/06/2019

Messaggio del Presidente Sergio Mattarella ai Prefetti in occasione della Festa della Repubblica

Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, in occasione della Festa della Repubblica, ha inviato un messaggio ai Prefetti d'Italia, affinchè se ne facciano interpreti nelle iniziative promosse a livello locale nella ricorrenza del 2 giugno:

«Cari Prefetti,
desidero rivolgere il mio saluto a voi e a quanti, ricoprendo pubbliche funzioni, festeggiano oggi il 73° anniversario della fondazione della Repubblica: a tutti voi, consapevoli dell'onore e della responsabilità di rappresentarne le istituzioni, è affidata la testimonianza viva e praticata dei valori di libertà, democrazia e uguaglianza posti alla base della nostra Costituzione.

18/05/2019

Docente sospesa. Il Presidente AND: "Grave attacco alle libertà fondamentali, intervengano le Autorità di garanzia".

ITALIASCUOLA - Vicenda della prof.ssa Rosa Maria Dell'Aria. Il Presidente AND: "Grave attacco alle libertà fondamentali, intervengano le Autorità di garanzia".

"... le scuole di Stato hanno il difetto di essere imparziali. C'è una certa resistenza; in quelle scuole c'è sempre, perfino sotto il fascismo c'è stata" (P. Calamandrei, Roma, 11 febbraio 1950)

La vicenda della prof.ssa Rosa Maria Dell'Aria, di Palermo, a cui è stata inflitta una sanzione disciplinare per aver "consentito" agli studenti, in occasione della Giornata della memoria, di evidenziare analogie tra le leggi razziali del 1938 e l'attuale Decreto sicurezza, è di una gravità inaudita e perfino non credibile (se i fatti non lo confermassero). 

25/04/2019

25 Aprile - Festa della Libertà e della Democrazia contro la barbarie

25 APRILE - FESTA!
Non solo anniversario ma Festa della Libertà e della democrazia contro la barbarie.
Festa della dignità umana contro il razzismo, l'odio e la violenza prevaricatrice.
Festa della democrazia contro la dittatura e il totalitarismo nazi-fascista.
Festa del coraggio e della forza delle idee contro l'arroganza e la cieca follia distruttrice.
Festa della Pace e dell'Unità e del ripudio della guerra.
Festa del trionfo della cultura e della civiltà contro l'ignoranza e il gretto servilismo.
Festa della Giustizia, della Solidarietà umana e dell'Accoglienza, contro l'oppressione e la discriminazione del povero e del diverso.
FESTA della Memoria e del Ricordo delle emozioni uniche e indimenticabili di tutti coloro che quel giorno in ogni paese d'Italia sentirono il suono delle campane a martello che annunciavano la fine di una lunga notte e l'alba radiosa di un mondo nuovo.

20/02/2019

Dalla piramide al cerchio. Una conoscenza condivisa per una scuola pubblica, libera e democratica.

COSENZA - La conoscenza condivisa, il seminario formativo organizzato dall'Associazione Nazionale Docenti e svoltosi il 15 febbraio 2019 nel Salone degli specchi della Provincia di Cosenza, ha rappresentato un momento di grande interesse e di importanza fondamentale, un vero e proprio punto di svolta nel dibattito politico-culturale che si sta svolgendo in tutta Italia relativamente al processo di riforma della scuola, con particolare riferimento alla cosiddetta questione dell'Autonomia differenziata, nota anche come regionalizzazione.
I lavori, dopo i saluti istituzionali del presidente della Provincia di Cosenza e dell'Assessore alla Cultura e Istruzione dell'Amministrazione cittadina, si sono svolti ad un ritmo serrato secondo l'ormai consolidato strumento dei workshop che, in modo sempre puntuale e preciso, sono riusciti ad andare immediatamente al cuore dei problemi, sviluppandoli in ogni aspetto.

11/01/2019

La conoscenza condivisa, per un nuovo modello di organizzazione scolastica. Seminario AND a Cosenza

COSENZA - Si terrà presso la Sala degli Specchi della Provincia di Cosenza il prossimo 15 febbraio 2019, il seminario organizzato dall'Associazione Nazionale Docenti, sul tema "La conoscenza condivisa, per un nuovo modello di organizzazione scolastica". I lavori, dopo i saluti di Franco Iacucci, Presidente Provincia di Cosenza, di Mario Occhiuto, Sindaco di Cosenza e di Maria Rita Calvosa, Direttore generale USR Calabria, proseguiranno, nella mattinata, con tre workshop ove accademici ed esperti, partendo dall'analisi dell'attuale modello organizzativo delle scuole, con uno sguardo anche ai recenti interventi normativi che hanno interessato l'università, approfondiranno gli aspetti qualificanti di un diverso modello di organizzazione scolastica, basato su una strutturazione orizzontale e circolare dei processi decisionali.

31/12/2018

Messaggio di fine anno del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella

Palazzo del Quirinale, 31/12/2018
Care concittadine e cari concittadini,
siamo nel tempo dei social, in cui molti vivono connessi in rete e comunicano di continuo ciò che pensano e anche quel che fanno nella vita quotidiana.
Tempi e abitudini cambiano ma questo appuntamento - nato decenni fa con il primo Presidente, Luigi Einaudi - non è un rito formale. Mi assegna il compito di rivolgere, a tutti voi, gli auguri per il nuovo anno: è un appuntamento tradizionale, sempre attuale e, per me, graditissimo.
Permette di formulare, certo non un bilancio, ma qualche considerazione sull'anno trascorso. Mi consente di trasmettere quel che ho sentito e ricevuto in molte occasioni nel corso dell'anno da parte di tanti nostri concittadini, quasi dando in questo modo loro voce. E di farlo da qui, dal Quirinale, casa di tutti gli italiani.

Altri in questa sezione