Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits
10.58
Venerdì
25/07/2014
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Conosci Orsomarso Notizie su Orsomarso Regione e provincia Italia Mondo Associazione Abystron La locandina Download

Il Movimento Italia del Meridione lavora al radicamento sul territorio

CALABRIA - Dal Movimento l'Italia del Meridione abbiamo ricevuto e pubblichiamo il comunicato stampa che informa sulle iniziative portate avanti dal sodalizio di recente costituzione, per sviluppare il lavoro di radicamento e di organizzazione sul territorio.

«Si e' tenuto ad Acquappesa l'incontro tra gli aderenti al Movimento alla presenza di Orlandino Greco, del coordinatore provinciale Raffaele Papa, del dirigente regionale Mimmo Frammartino, del delegato regionale dei giovani Giovanni De Mari e del gruppo consiliare del comune di Acquappesa, De Caro Massimiliano, Francesco Ricco e Rosa Avolio per fare il punto sulle problematiche politiche ed amministrative che investono il comprensorio dei comuni limitrofi che si affacciano sul litorale tirrenico tra Paola e Cetraro.

Commissariato il Circolo PD di Orsomarso. Il partito sarà gestito dal dirigente provinciale Carmine Quercia

ORSOMARSO - Il Circolo del Partito Democratico di Orsomarso è stato commissariato e da giorno 16 luglio 2014 ne ha assunto le redini il dirigente provinciale Carmine Quercia. A rendere nota la decisione della Federazione Provinciale è stato lo stesso segretario Giuseppe Blundi con un comunicato stampa nel quale ha anche fatto conoscere le modalità con le quali si è giunti a questo delicato passaggio che certamente non rappresenta una bella pagina nella storia "gloriosa"di questo partito che, come ha sottolineato lo stesso ex segretario, è presente da quarant'anni a Orsomarso, sotto le varie denominazioni, fin dal 1974.


 

LUAP "CORRADO ALVARO" - SCALEA

Bisogna aprire gli occhi per non cadere nella trappola del fondamentalismo, che vuole prendere il posto di Dio

LA LOCANDINA di don Giovanni Mazzillo - Dopo la parabola del seminatore, che, per così dire, apre la strada a tutte le parabole del Regno di Dio, il capitolo 13° del Vangelo di Matteo ne contiene altre 6: tre riguardano la crescita e tre la scoperta. Le prime tre sono quelle odierne. La crescita e la scoperta di che cosa? Propriamente di ciò che costituisce il Regno nella sua "novità". Nell'immagine della zizzania, che cresce insieme con il grano, la novità è costituita dalla qualità (più che dal prolungamento) del tempo da parte di Dio. La prima lettura, descrive il tempo di Dio come tempo che sa attendere la maturazione non solo dei buoni, ma di ciò che è più difficile: dei cattivi: «Padrone della forza, tu giudichi con mitezza e ci governi con molta indulgenza... Con tale modo di agire hai insegnato al tuo popolo che il giusto deve amare gli uomini».

Riflessione sull’impegno cristiano a Scalea alla luce del Messaggio del Santo Padre

SCALEA - «Alcune volte, anche nelle nostre comunità parrocchiali, corriamo i rischio di far transitare atteggiamenti mafiosi, quando si cerca di primeggiare a tutti i costi generando e operando ogni male nei confronti dei fratelli, semplicemente perché non la pensano come noi, che vorrebbero proporre un modo diverso di essere Chiesa o, peggio, quando si perseguono interessi personali nei luoghi resi preziosi per la presenza del Signore da testimoniare nella gratuità e nella solidarietà».
E' questo uno dei passaggi significativi delle riflessioni che don Cono Araugio, Vicario generale episcopale della Diocesi di San Marco-Scalea, ha voluto condividere con le centinaia di fedeli che mercoledì 16 luglio 2014 hanno partecipato alla tradizionale processione serale per le vie di Scalea, a conclusione dei solenni festeggiamenti dedicati alla Madonna del Carmelo.

Tirreno cosentino, tutela sanitaria inesistente

di Alessandro Cozza (*)

ALTO TIRRENO - Circa 10 giorni fa, il 30 giugno, è stato asportato dal Capt di Praia a Mare il radiografo smontato il 30 dicembre 2013. Ciò è avvenuto nella totale indifferenza. Nessuno ha visto, nessuno ha sentito, quindi nessuno ha parlato. A dicembre la dirigenza aveva giustificato lo spostamento dello strumento a Cetraro per un'avaria del radiografo ivi presente e, con l'arrivo di quello praiese, si sarebbe potuta riprendere l'attività in tempi brevi.

Da YouTube
Caricamento...
Dal dizionario dialettale
bànnu - s. m., bando, avviso dato dal banditore servendosi di una trombetta.
ìliciu - s. m., leccio. Dal latino ilex.
affurmicà (àri) - v., intorpidire i piedi o le mani, provare formicolio.
Notizie
Fonte: Google News
Nazionali
Caricamento...
Locali
Caricamento...

Movimento Italia del Meridione. Ecco perché in Calabria bisogna subito ritornare alle urne.

Il movimento politico L'Italia del Meridione, di recente costituzione, tramite il suo Segretario regionale dei giovani, chiede con forza che in Calabria si torni alle urne al più presto per porre fine al teatrino della politica che coinvolge i vari consiglieri regionali sula questione delle dimissioni o decadenza del governatore Scopelliti. Ecco di seguito il testo del comunicato firmato da Giovanni De Mari.

CALABRIA - Assistiamo da mesi ad un imbarazzante teatrino dei consiglieri regionali calabresi sulla questione delle dimissioni e della decadenza o meno del governatore Giuseppe Scopelliti.
L'"importante" dibattito va avanti a colpi di comunicati stampa ed i partiti dimostrano ancora una volta la distanza tra loro e i problemi veri dei territori.

Siamo noi la strada, i sassi e le spine oppure i terreni disponibili che fruttano ciascuno a suo tempo ...

LA LOCANDINA di don Giovanni Mazzillo - Inizia da oggi, nel Vangelo di Matteo che stiamo leggendo la domenica, la presentazione del Regno di Dio attraverso le parole di Gesù. Narreranno di terra e di mare, di perle e di cielo, di contadini e marinai, di lievito e semi. Parlando alla folla da una cattedra singolare (una barca), Gesù apre il primo orizzonte di comprensione di quanto sta per dire: la sua Parola è come la semente gettata dappertutto, in ogni angolo della terra e in ogni cuore umano. Può trovare accoglienza o essere respinta, essere soffocata o semplicemente essere ignorata. Può germogliare all'improvviso e poi essere lasciata a seccare, soltanto come un bel discorso che abbiamo ascoltato e ammirato, ma non abbiamo seguitato a capire e soprattutto a mettere in pratica. Siamo noi la strada, i sassi e le spine oppure i terreni disponibili che fruttano ciascuno a suo tempo e proporzionatamente alle proprie capacità.

L'atto di accusa di Raffaele Papa: Tortora, l'amministrazione delle tasse e delle bugie.

TORTORA - Da Raffaele Papa, del gruppo politico Tortora nel Cuore, riceviamo e pubblichiamo integralmente il documento di forte critica nei confronti dell'Amministrazione a guida Lamboglia.

«Continua inarrestabile l'aumento delle tasse a carico dei cittadini tortoresi, tante chiacchiere ed inesattezze, pochi i fatti concreti a favore della cittadinanza. Servendosi di artifici si continua a raggirare la collettività e nonostante l'avanzo di amministrazione di circa 1 milione di euro dello scorso anno, spunta l'ennesimo balzello: la Tasi. Questa nuova tassa che poteva essere deliberata ad aliquota zero, il comune di Tortora l'ha stabilita nella misura del 2,5 per mille a carico delle unità immobiliari.


Abystron.org


Add to Google