Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
07:06
Domenica
23/09/2018
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Italia

ITALIA


11/08/2018

Un nuovo libro su Gramsci rimette in primo piano la possibilità di un progresso intellettuale generalizzato, contro l'inganno della scuola facile

Gramsci per la scuola 
orizzontescuola.it/gramsci-per-la-scuola/

August 10, 2018
Un nuovo libro su Gramsci, scritto da Donatella Coccoli e Giuseppe Benedetti, rimette in primo piano la possibilità di un progresso intellettuale generalizzato, contro l'inganno della scuola facile. E ci dà modo di spiegare la differenza tra una visione della scuola conservatrice e gentiliana e una visione progressista e gramsciana.

08/06/2018

"La scuola che vogliamo. Ripensare la scuola, ripensare il suo modello di governo". AND a Congresso

"La scuola che vogliamo. Ripensare la scuola, ripensare il suo modello di governo". Congresso nazionale dell'Associazione Nazionale Docenti, 22 giugno 2018.

NEWS - "La scuola che vogliamo. Ripensare la scuola, ripensare il suo modello di governo". Questo il tema posto al centro della discussione e riflessione dall'Associazione Nazionale Docenti che celebrerà venerdì 22 giugno 2018 il quarto Congresso Nazionale, a vent'anni dalla sua costituzione.

05/12/2017

Francesco Greco: "Per gli insegnanti si piange miseria"

NEWS SCUOLA ITALIA 
- "Nel mentre nella gran parte dei Paesi europei gli stipendi degli insegnati continuano a crescere, in Italia dopo un lungo, insostenibile e perdurante blocco, si continua a piange miseria". Ad affermarlo è il prof. Francesco Greco, presidente dell'Associazione Nazionale Docenti, a margine di un seminario svolto nei giorni scorsi a Cosenza.

30/05/2017

L'esperienza della scuola di don Milani a cinquant'anni da Lettera a una professoressa

ITALIASCUOLA - Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca organizza per il prossimo 5 giugno un evento dedicato a Don Milani, a cinquant'anni dalla sua scomparsa e dalla pubblicazione di "Lettera a una professoressa".

14/05/2017

Consiglio di Stato: Le ore di sostegno previste dalla legge per gli alunni disabili non possono essere eliminate o limitate

ITALIA SCUOLA - Le ore di sostegno previste dalla legge per gli alunni disabili non possono essere eliminate o anche solo limitate per ragioni di contenimento della spesa pubblica. I diritti degli alunni disabili devono sempre prevalere sulle esigenze di natura finanziaria dello Stato. A ribadirlo è stata la VI sezione del Consiglio di Stato che si è pronunciato, respingendolo, sul ricorso presentato dal Miur e dall'USR Toscana contro la precedente sentenza del TAR Toscana. A fronte dell'inviolabilità di questi diritti, le ragioni di contenimento della spesa pubblica devono necessariamente fare un passo indietro. La ristrettezza (vera o presunta che sia) delle risorse pubbliche non può e non deve ritenersi una valida giustificazione per ridurre le ore di sostegno e l'assistenza di cui gli alunni disabili hanno bisogno.

05/05/2017

La rilevanza intellettuale e morale di Antonio Gramsci nel panorama culturale del Novecento

ITALIA - "La rilevanza intellettuale e morale di Antonio Gramsci nel panorama culturale del Novecento costituisce un significativo riferimento di studio e approfondimento per le studentesse e gli studenti del nostro Paese". 
Così conclude la nota del Direttore generale del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca Carmela Palumbo che ha per oggetto "Anniversario della morte di Antonio Gramsci". 
La comunicazione, che di seguito pubblichiamo integralmente, è stata indirizzata a tutte le strutture centrali e periferiche della Scuola.

13/02/2017

Promozione della cultura umanistica, made in Italy e creatività. Occorre un chiarimento.

ITALIASCUOLA - Lo "Schema di decreto legislativo recante norme sulla promozione della cultura umanistica, sulla valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e sul sostegno della creatività (Atto n. 382), sembra caratterizzarsi per una sequela generica di buone e nobili intenzioni, tutte sottoscrivibili in linea di principio ma che, tuttavia, andranno inesorabilmente a scontrarsi con i problemi di natura finanziaria e con l'assenza di risorse che da sempre penalizza il mondo della scuola e della scuola pubblica in particolare. Non si possono leggere in modo diverso alcuni testi di riferimento della bozza di decreto che citiamo a titolo di esempio:

Altri in questa sezione