Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
20:45
Domenica
19/11/2017
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Italia

ITALIA


30/05/2017

L'esperienza della scuola di don Milani a cinquant'anni da Lettera a una professoressa

ITALIASCUOLA - Il Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca organizza per il prossimo 5 giugno un evento dedicato a Don Milani, a cinquant'anni dalla sua scomparsa e dalla pubblicazione di "Lettera a una professoressa".

14/05/2017

Consiglio di Stato: Le ore di sostegno previste dalla legge per gli alunni disabili non possono essere eliminate o limitate

ITALIA SCUOLA - Le ore di sostegno previste dalla legge per gli alunni disabili non possono essere eliminate o anche solo limitate per ragioni di contenimento della spesa pubblica. I diritti degli alunni disabili devono sempre prevalere sulle esigenze di natura finanziaria dello Stato. A ribadirlo è stata la VI sezione del Consiglio di Stato che si è pronunciato, respingendolo, sul ricorso presentato dal Miur e dall'USR Toscana contro la precedente sentenza del TAR Toscana. A fronte dell'inviolabilità di questi diritti, le ragioni di contenimento della spesa pubblica devono necessariamente fare un passo indietro. La ristrettezza (vera o presunta che sia) delle risorse pubbliche non può e non deve ritenersi una valida giustificazione per ridurre le ore di sostegno e l'assistenza di cui gli alunni disabili hanno bisogno.

05/05/2017

La rilevanza intellettuale e morale di Antonio Gramsci nel panorama culturale del Novecento

ITALIA - "La rilevanza intellettuale e morale di Antonio Gramsci nel panorama culturale del Novecento costituisce un significativo riferimento di studio e approfondimento per le studentesse e gli studenti del nostro Paese". 
Così conclude la nota del Direttore generale del Ministero dell'istruzione, dell'università e della ricerca Carmela Palumbo che ha per oggetto "Anniversario della morte di Antonio Gramsci". 
La comunicazione, che di seguito pubblichiamo integralmente, è stata indirizzata a tutte le strutture centrali e periferiche della Scuola.

13/02/2017

Promozione della cultura umanistica, made in Italy e creatività. Occorre un chiarimento.

ITALIASCUOLA - Lo "Schema di decreto legislativo recante norme sulla promozione della cultura umanistica, sulla valorizzazione del patrimonio e delle produzioni culturali e sul sostegno della creatività (Atto n. 382), sembra caratterizzarsi per una sequela generica di buone e nobili intenzioni, tutte sottoscrivibili in linea di principio ma che, tuttavia, andranno inesorabilmente a scontrarsi con i problemi di natura finanziaria e con l'assenza di risorse che da sempre penalizza il mondo della scuola e della scuola pubblica in particolare. Non si possono leggere in modo diverso alcuni testi di riferimento della bozza di decreto che citiamo a titolo di esempio:

29/01/2017

Audizioni VII Commissione Cultura della Camera. Giungono al pettine tutti i nodi della Legge 107/2015

ROMA - Con le audizioni presso la VII Commissione Cultura, Scienza e Istruzione della Camera, sui decreti attuativi varati la settimana scorsa dal Consiglio dei ministri, vengono al pettine tutti i nodi e le contraddizioni della legge 107/2015. Particolarmente significativo è stato in tal senso l'intervento dell'AND, la cui delegazione composta dal presidente Francesco Greco, da Marina Castelli e Pio G. Sangiovanni, ha sottolineato con estrema puntualità gli elementi di criticità presenti nel testo degli otto decreti, e le stridenti contraddizioni con il testo della legge che potranno essere sanabili soltanto con un ulteriore intervento legislativo specifico.

20/12/2016

La pubblica amministrazione social e il nuovo ruolo del comunicatore pubblico


FIRENZE 
- Una Pubblica Amministrazione Social. È questa, fra le altre, la grande sfida lanciata dal precedente governo e che avrà il suo naturale continuatore in quello insediatosi all'indomani della sconfitta referendaria che aveva avuto come inevitabile conseguenza le dimissioni di Matteo Renzi e il rapido passaggio di consegne a Paolo Gentiloni, già titolare del dicastero degli Esteri. Una grande scommessa che era stata assunta in coerenza con l'impulso riformatore, di semplificazione e di innovazione tecnologica, già in atto non solo a livello nazionale ma a tutte le latitudini del pianeta, in quello che è ormai da diversi anni designato come il "villaggio globale", nel quale le informazioni viaggiano in tempo reale e a volte caotico, nascondendo non poche insidie e trappole per un'utenza che, parafrasando un celebre verso dell'Adelchi manzoniano, appare come "un volgo disperso che nome non ha".

02/12/2016

Il voto referendario e la difficile scelta di tanti cittadini fuori dagli schemi

REFERENDUM - Ormai ci siamo! Oggi chiusura della campagna elettorale-referendaria con gli appelli e i contrappelli di protagonisti e figuranti non proprio equamente distribuiti fra Si e No, mentre gli italiani all'estero hanno già depositato la loro volontà nelle urne dei consolati. Un confronto dai toni molto aspri, senza esclusione di colpi, anche se spesso si è avuta la netta sensazione che si sia privilegiata la polemica fine a se stessa invece della critica puntuale nel merito del quesito e dei contenuti della riforma, sulla quale sono chiamati ad esprimersi gli italiani.

Altri in questa sezione