Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
20:03
Venerdì
07/10/2022
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2007/Politica/Crisi politica Orsomarso/Ridate le deleghe

Crisi risolta. Deleghe distribuite agli assessori

ORSOMARSO - Conclusa la crisi politica al Comune di Orsomarso. Il sindaco Angelo Paravati ieri mattina ha notificato le deleghe ai quattro assessori comunali già in carica. Ecco il quadro completo degli incarichi di Giunta: all’assessore Papa Alfonso vanno la delega a Vicesindaco, Traffico e viabilità, Cimitero, Manutentivo, Affari generali, Pubblica istruzione, Rete fognante e Pubblica illuminazione; Papa Antonio si occuperà invece di Urbanistica, Territorio, Ambiente, Verde attrezzato, Forestazione e lavoro, Agricoltura, Personale, Arredo urbano e Rete idrica; come un super assessorato sembra configurarsi invece quello che gestirà Nepita Angelo al quale è stato affidato Bilancio e programmazione, Lavori pubblici, Attività produttive, Servizi sociali, Turismo e cultura; a Sisinno Arianna, infine, unica presenza femminile sia nell’esecutivo che in Consiglio comunale, è toccata soltanto la delega allo Spettacolo.

Anche se non si sono ancora registrate reazioni ufficiali all’iniziativa del primo cittadino, che giunge a quasi due mesi dall’azzeramento delle deleghe che avevano innescato una profonda crisi politico amministrativa che aveva paralizzato di fatto il Comune di Orsomarso, i commenti a caldo da parte di alcuni consiglieri di minoranza parlano chiaramente della solita ‘’montagna che ha partorito il topolino’’, sottolineando il fatto che nella sostanza si è verificato quanto già ampiamente previsto e cioè che si è assistiti ad un inutile teatrino che non ha risolto nessuno dei problemi interni alla maggioranza.

Un’analisi del clima che si respira ad Orsomarso la fa l’Associazione politico-culturale La Scossa che punta ancora una volta il dito sul sindaco Angelo Paravati, l'unico che ha in mano il bandolo della matassa e che deve assumersi le responsabilità delle decisioni ultime. “Ad Orsomarso – scrive Antonio Pappaterra – bisogna cominciare a dialogare sul futuro. Si deve trovare il modo più adeguato per contrastare gli effetti negativi della crisi istituzionale sul territorio e sui cittadini. Occorre proporre delle soluzioni per affrontare il vuoto che alberga gli uffici del palazzo comunale di Via Porta la Terra. Questa situazione è grave e porta con sé il peso di responsabilità non eludibili.

Non si può più attendere, o si danno delle indicazioni certe sulla rappresentanza comunale e dei punti fermi alla politica istituzionale e democratica del paese o, per dovere morale verso se stessi e verso chi ha creduto, come noi, ad un sogno rivelatosi illusione, si torna alle urne. Se continua così, alla fine il sindaco Paravati dovrà decidere solo come uscire da questa storia: come amministratore valido e ben visto o come il solito politico che promette le stelle e poi … chissà”.

IL SONDAGGIO

san. pio gio.
20/02/2007
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati