Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
15:01
Mercoledì
06/07/2022
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2014/Capriolo in piazza

Orsomarso. Un piccolo di capriolo in Piazza Municipio

ORSOMARSO - È stato ritrovato stamattina intorno alle ore 6.30 in piazza Municipio, nel pieno centro storico di Orsomarso, un piccolo esemplare femmina di capriolo di circa 3-4 mesi di età. A notarlo al centro della piazza è stato Alfonso Papa, già vicesindaco di Orsomarso, ed altri cittadini abbastanza mattinieri che lo hanno visto malfermo sulle gambe dibattersi in evidente stato di shock al centro della Piazza Municipio.

Dopo la sorpresa per l'inusuale scoperta, i cittadini presenti si sono attivati prelevando la bestiola e contattando immediatamente il Comando del Corpo Forestale dello Stato di Grisolia, al fine di avviare le procedure di intervento e di soccorso del piccolo capriolo che, comunque è subito apparso sofferente, pur non presentando ferite esternamente. Nonostante le premure usate dai soccorritori il piccolo animale è morto prima che giungessero gli agenti del Corpo Forestale dello Stato i quali, in ogni caso, provvederanno a consegnarlo alle strutture preposte al fine di accertare le cause.

Ma la domanda che tutti si pongono ad Orsomarso, è il motivo per cui questo esemplare giovane di capriolo che, com'è noto, è una specie assolutamente protetta e rappresenta insieme al pino loricato uno degli esemplari più rappresentativi ed emblema del Parco Nazionale del Pollino, sia finito proprio nella piazza centrale del paese. L'ipotesi più plausibile è che, comunque, l'animale non è giunto in quel luogo da solo, sarebbe un fatto davvero inverosimile, ma che qualcuno lo abbia raccolto, magari lungo la valle del fiume Argentino o nelle aree circostanti, dove ormai è alquanto diffusa la presenza di questo ungulato. Il problema è cercare di capire il perché di un simile gesto, che al momento sembra a dir poco incomprensibile e lascia moltissimi interrogativi, ai quali dovranno cercare di dare risposta le competenti autorità che si occupano della protezione, tutela e salvaguardia del patrimonio faunistico ed ambientale più in generale.

Pio G. Sangiovanni
10/08/2014
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati