Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
16:34
Sabato
25/03/2017
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2016/Maltempo

Ore di paura ad Orsomarso per la piena del fiume Porta la Terra

ORSOMARSO - Momenti di forte allarme si sono vissuti nella mattinata di oggi ad Orsomarso, a causa della piena del fiume Argentino e del suo affluente Porta la Terra, causata dal violento nubifragio che si è abbattuto sull'intero versante alto tirrenico cosentino a partire dalle prime luci dell'alba. Dopo poco più di due ore di intense precipitazioni i due corsi d'acqua si sono gonfiati assumendo le dimensioni di una piena impetuosa che è esondata in più punti; particolarmente preoccupante è apparsa immediatamente la situazione del Porta la Terra, che attraversa il centro abitato prima di confluire nell'Argentino. Una piena improvvisa e fragorosa che ha occupato l'intero spazio compreso fra gli argini, superati in più parti dall'acqua fangosa che è giunta a lambire anche alcune abitazioni; una situazione di vera e propria emergenza che ha indotto la locale Stazione dei Carabinieri ed il sindaco Antonio De Caprio a costituire una unità di crisi per seguire sul posto l'evolversi della situazione ed adottare tutte le misure necessarie a tutela della pubblica incolumità e sicurezza.

Uno dei primi provvedimenti d'urgenza adottati è stata l'emanazione di un'ordinanza contingibile e urgente di evacuazione dell'edificio scolastico del paese, la cui area di pertinenza è costeggiata dal letto del fiume Porta la Terra. Contemporaneamente sono state investite le autorità istituzionali superiori, a cominciare da Prefettura e Protezione civile regionale, al fine di attivare ogni ulteriore iniziativa di gestione dell'emergenza a breve e medio termine. Anche la strada che costeggia l'alveo del fiume Argentino lungo la valle omonima è stata invasa per lunghi tratti dalle acque, andando completamente distrutta o resa impraticabile; fatto che ha indotto il primo cittadino a vietare l'accesso agli autoveicoli praticamente poco al di sopra del centro abitato di Orsomarso. Per fortuna le condizioni del tempo sono migliorate, l'intensità della pioggia è diminuita e, a poco a poco, l'emergenza è rientrata, mentre sono iniziati i sopralluoghi per fare il punto della situazione e predisporre un piano di intervento di riparazione dei danni provocati dalla furia delle acque. Un'opera di monitoraggio coordinata direttamente dal direttore del Dipartimento della Protezione civile della Regione Calabria Carlo Tansi, giunto sul posto con una squadra di tecnici. L'elenco dei danni e delle emergenze da affrontare, pur non essendo stato ancora reso noto, è sicuramente lungo e comprende anche le aree a valle dell'abitato di Orsomarso, limitrofe all'intero corso dell'Argentino e del fiume Lao, fino alla sua foce nel mar Tirreno.

Nel corso della mattinata si è scoperto, inoltre, che uno dei punti di captazione dell'acquedotto comunale che serve la popolazione di Orsomarso e delle contrade, è stato invaso dalla piena del Porta la Terra, per cui in via precauzionale ed in attesa dei controlli necessari, si sconsigliava l'uso alimentare dell'acqua dei rubinetti.

Pio G. Sangiovanni
13/02/2016
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati