Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
07:55
Giovedì
26/11/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Rubriche/La Locandina/La locandina 2006/dicembre 2006/Festa dell'Immacolata

Il meraviglioso dono fatto da Dio all’umanità

LA LOCANDINA - La festa dell’Immacolata concezione di Maria ripropone nella liturgia il meraviglioso dono fatto da Dio all’umanità nella persona di una donna, che da molti secoli prima della proclamazione ufficiale di Pio IX nel 1854, era venerata come la «tutta santa, senza macchia e senza ruga» per la sua particolarissima prerogativa di «Madre del Signore». La sua festa cade all’inizio dell’avvento e costituisce una sorta di anticipo della gioia del Natale. Il vangelo narra la sua chiamata al compito più grande che si potesse affidare a un essere umano. Ripetiamo convinti, con il messaggero di Dio: «nulla è impossibile a Dio» e scopriremo che Dio rende realizzabili le possibilità più impensate che sono in noi, nella Chiesa, nel mondo.

Festa dell’Immacolata 2006
Non temere, Maria, perché è giunto
il momento tanto atteso.
Tu gli darai il nome del Dio che salva,
gli darai un corpo
e anche le tue sembianze.
Egli darà a te
e a ciascuno di noi sulla terra
l’immensità del Dio sempre cercato,
restituirà la dignità perduta
e ci aprirà per sempre
le porte della vita.
GM/08/12/06)

Vangelo di Luca (1,28-38) - "Entrando da lei, (l’angelo ) disse: «Ti saluto, o piena di grazia, il Signore è con te». A queste parole ella rimase turbata e si domandava che senso avesse un tale saluto. L'angelo le disse: «Non temere, Maria, perché hai trovato grazia presso Dio. Ecco concepirai un figlio, lo darai alla luce e lo chiamerai Gesù. Sarà grande e chiamato Figlio dell'Altissimo; il Signore Dio gli darà il trono di Davide suo padre e regnerà per sempre sulla casa di Giacobbe e il suo regno non avrà fine».
Allora Maria disse all'angelo: «Come è possibile? Non conosco uomo». Le rispose l'angelo: «Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo. Colui che nascerà sarà dunque santo e chiamato Figlio di Dio. Vedi: anche Elisabetta, tua parente, nella sua vecchiaia, ha concepito un figlio e questo è il sesto mese per lei, che tutti dicevano sterile: nulla è impossibile a Dio ». Allora Maria disse: «Eccomi, sono la serva del Signore, avvenga di me quello che hai detto». E l'angelo partì da lei".

08/12/2006
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati