Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove

Direttore: Pio Giovanni Sangiovanni Credits | Privacy
 
12:46
Sabato
13/04/2024
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/Anno 2015/Liceo Metastasio Scalea/Concorso UNOSDP

Anche lo spot del Liceo Metastasio di Scalea alla Giornata Internazionale per lo Sviluppo e la Pace di Ginevra

Lunedì 6 aprile 2015 si svolgerà a Ginevra la Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace, promossa dall'Ufficio delle Nazioni Unite sullo Sport per lo Sviluppo e la Pace (UNOSDP) che ha lanciato un concorso video per celebrare l'evento. Fra i lavori ammessi vi è anche lo spot "With fair play you can fly away" degli studenti del Liceo Metastasio di Scalea, già protagonista della campagna nazionale "Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play" svoltasi lo scorso anno in Italia con il patrocinio della Commissione Europea e del Coni.

SCALEA - Cresce l'attesa al Liceo Metastasio di Scalea per la decisione ormai imminente dell'UNOSDP di Ginevra, l'Ufficio delle Nazioni Unite sullo Sport per lo Sviluppo e la Pace, che da alcuni anni ha lanciato un concorso video per celebrare la Giornata Internazionale dello Sport per lo Sviluppo e la Pace, in programma lunedì 6 aprile 2015. Fra i lavori ammessi a selezione, vi è infatti, anche lo spot "With fair play you can fly away" degli studenti del Liceo di Scalea che è già stato protagonista della campagna nazionale "Vivere da Sportivi. A Scuola di Fair Play", svoltasi nel corso dell'anno scolastico 2013-2014 e patrocinata dalla Commissione Europea e dal Coni, ottenendo due medaglie del Presidente della Repubblica per il Premio Speciale della Polizia di Stato "Ispettore Raciti" e per il miglior spot. Queste le motivazioni della commissione di esperti che aveva esaminato i lavori presentati dagli studenti delle 7 mila scuole secondarie di secondo grado partecipanti: "Per la sensibilità sociale che emana dal lavoro. Per il chiaro messaggio, trasmesso con innocenza, che conduce alla riflessione e alla speranza", e ancora, "Incalzante nel ritmo. Chiaro nel contenuto di grande importanza ed attualità. Uno spot che evidenzia come lo sport possa essere mezzo di solidarietà e di speranza".

Dopo la giornata inaugurale nel 2014, la celebrazione di quest'anno dell'Ufficio delle Nazioni Unite sullo Sport per lo Sviluppo e la Pace, avrà un significato particolare, cade infatti proprio nella fase di passaggio dagli Obiettivi di Sviluppo del Millennio all'Agenda di Sviluppo Post- 2015, che aprirà nuove opportunità per lo sport come sostegno alla crescita nelle comunità di tutto il mondo.

Il concorso ha l'obiettivo di mostrare i progressi realizzati finora grazie all'utilizzo dello sport come strumento di cambiamento sociale ed invita tutte le organizzazioni a condividere le loro storie su come sono riuscite a fare la differenza nelle proprie comunità, attraverso vari programmi e iniziative sportive. I lavori dovranno illustrare il valore dello sport nella società odierna e riflettere sul più ampio obiettivo di garantire il mantenimento della sua azione nel tempo. È ormai unanimemente condivisa l'idea che lo sport ha assunto sempre più importanza nel sistema delle Nazioni Unite in virtù del contributo che esso può dare al raggiungimento degli obiettivi dell'organizzazione mondiale: lo sport riguarda infatti la partecipazione, l'inclusione, la cittadinanza; lo sport unisce gli individui e le comunità; dai campi per i rifugiati, alle slum, dalle zone di guerra, alle periferie violente delle città, lo sport può migliorare la vita di ogni giorno delle persone vulnerabili e bisognose. Può far la differenza dove altri strumenti hanno fallito.
I migliori video saranno promossi sulle piattaforme multimediali di UNOSDP oltre che in una serie di eventi che si terranno nell'arco dell'anno.

Pio G. Sangiovanni
01/04/2015
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati