Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
15:55
Domenica
09/08/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese

Ancora una fumata nera al Consiglio comunale

ORSOMARSO - Ancora una fumata nera al Consiglio comunale di Orsomarso nella seduta di giovedì sera che doveva procedere all’approvazione del riequilibrio di bilancio. Si è trattato infatti del terzo rinvio in appena tre settimane che sono certamente il frutto di un’incalzante azione ai fianchi del gruppo di opposizione, che ha svolto un lavoro certosino di analisi dei documenti da sottoporre all’esame del civico consesso evidenziandone lacune, inesattezze e anche qualche errore abbastanza grossolano.
Tuttavia, a giudicare dal procedere dei lavori e dell’atteggiamento complessivo della compagine guidata dal sindaco Angelo Paravati, non si può fare a meno di rilevare che la maggioranza ci ha messo anche del suo, mostrando una notevole fragilità nel contrapporsi con argomentazioni altrettanto valide all’azione politica di Alfredo De Caprio, Aldo Marra, Gianluca Bottone e Paolo Befezzi che in alcuni momenti è sembrata devastante obbligando la maggioranza, in evidente difficoltà, a chiedere una pausa di sospensione che si è protratta per circa un’ora. Pausa, fra l’altro, che è servita soltanto per decidere di accogliere la richiesta di rinvio che era già stata avanzata dal capogruppo di opposizione, motivandola con il fatto che non erano state soddisfatte alcune interrogazioni volte ad ottenere dall’Ufficio tecnico e finanziario del Comune di Orsomarso chiarimenti sulle spese sostenute dall’Ente nel corso dell’anno finanziario.
La cronaca della serata ci presenta un dibattito molto vivace e ricco di colpi di scena sorprendenti come quando, ad esempio, Alfredo De Caprio ha chiesto lumi su una sentenza esecutiva risalente allo scorso mese di maggio che vede il Comune di Orsomarso condannato al pagamento di una somma abbastanza consistente (si parla di circa 50 mila euro) che non risulterebbe iscritta a bilancio. Una dichiarazione inattesa che ha colto di sorpresa il sindaco e la Giunta, provocando un evidente imbarazzo e che ha portato alla sospensione della seduta.
Al rientro, dopo circa un’ora, ha preso la parola il capogruppo di maggioranza Angelo Cersosimo il quale ha comunicato la decisione del proprio gruppo di accogliere la richiesta di nuovo rinvio, tramite aggiornamento del Consiglio comunale a giovedì 20 ottobre e nello stesso tempo ha invitato il capogruppo di minoranza ad un incontro da tenersi lunedì prossimo per chiarire i dubbi sollevati nel corso del dibattito.
(san.pio gio.)
14/10/2005
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


8 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati