Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
02:52
Sabato
04/04/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Italia/ANNO 2011/Anniversari: Pasolini

Pier Paolo Pasolini: sempre attuale ?!?

PROTAGONISTI della Storia d'Italia - Nella notte tra il 1 e il 2 novembre 1975 venne ucciso in maniera brutale Pier Paolo Pasolini: percosso a colpi di bastone e travolto dalla sua stessa auto sulla spiaggia dell'idroscalo di Ostia, località del Comune di Roma. Il cadavere massacrato venne ritrovato da una donna alle 6 e 30 circa. Sarà l'amico Ninetto Davoli a riconoscerlo.
Pasolini è considerato uno dei maggiori artisti e intellettuali italiani del XX secolo. Dotato di un'eccezionale versatilità culturale, si distinse in numerosi campi, lasciando contributi come poeta, romanziere, linguista, giornalista e cineasta. Attento osservatore della trasformazione della società dal dopoguerra sino alla metà degli anni settanta, suscitò spesso forti polemiche e accesi dibattiti per la radicalità dei suoi giudizi, assai critici nei riguardi delle abitudini borghesi e della nascente società dei consumi italiana, ma anche nei confronti del Sessantotto e dei suoi protagonisti.
Ecco cosa scrisse Alberto Moravia a proposito della sua tragica morte:
«La sua fine è stata al tempo stesso simile alla sua opera e dissimile da lui. Simile perché egli ne aveva già descritto, nella sua opera, le modalità squallide e atroci, dissimile perché egli non era uno dei suoi personaggi, bensì una figura centrale della nostra cultura, un poeta che aveva segnato un'epoca, un regista geniale, un saggista inesauribile».

(PER APPROFONDIRE)

Proponiamo di seguito la testimonianza personalissima di un assiduo e appassionato frequentatore del nostro sito, ringraziandolo per l'attenzione e la puntualità dei suoi interventi.

Pier Paolo Pasolini: sempre attuale ?!? - di Franco Guerrera da Tortora

«Pier Paolo Pasolini: sempre attuale ?!? Oggi 2 novembre, ricorre il 36° anniversario (Ostia - 2 novembre 1975) della morte di Pier Paolo Pasolini. Ero appena un ventenne e ricordo di Lui lo scrittore, il giornalista, lo sceneggiatore, il drammaturgo, il regista-attore che l'Italia e gli italiani avevano conosciuto e lo consideravano uno dei maggiori artisti e intellettuali italiani del XX secolo. Ricordare il carisma di Pier Paolo Pasolini per la sua eccezionale versatilità culturale è un'ardua impresa riassumere il "suo impegno" perché oltre a distinguersi in numerosi campi, lasciò contributi come linguista, giornalista, romanziere, poeta, ma soprattutto, il cineasta attento osservatore della trasformazione della società dal dopoguerra sino alla metà degli anni settanta.

Allora viene da chiedersi: Pasolini è sempre attuale?!? Io dico Sì e tanti italiani, professionisti del cinema, del giornalismo, hanno raccolto la sua eredità culturale ed intellettuale. Una osservazione di ciò che sta a cuore a tanti italiani (genitori e figli): in questo particolare momento dell'Italia, cosa penserebbe oggi, ad esempio, Pier Paolo Pasolini della Riforma Gelmini, dei tagli alla cultura e della conseguente contestazione studentesca? Se si vuole si può rispondere, commentare, in considerazione del fatto che il "blog" lo permette.

Pasolini è un Pasolini per tutti, per il tempo trascorso, per il presente e per il futuro e tante sono le motivazioni che tengono ancora vivo l'interesse per il grande intellettuale soprattutto sul fascino che ancora permane sulla sua personalità ed oggi va apprezzato il suo estremismo radicale che seduce, specialmente in un periodo, come quello che stiamo vivendo, in cui i giovani fanno fatica ad identificarsi in un'ideologia politica e in un modello di vita con sani valori e onesti obiettivi. Voglio chiosare questi miei pensieri, confermando che Pasolini è sicuramente attuale anche se il Mondo è ancora legato al "mistero della sua morte". La morte, si sa, transita ma i pensieri restano e si confermano nei secoli».

02/11/2011
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione