Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove

Direttore: Pio Giovanni Sangiovanni Credits | Privacy
 
00:30
Domenica
19/05/2024
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2009/Disagi/Acqua a Scorpari

L'ex assessore Papa contesta le dichiarazioni del comitato civico

ORSOMARSO - L’ex assessore al territorio del Comune di Orsomarso Antonio Papa rivendica la bontà del proprio operato in favore delle contrade rurali ed in particolare nell’impegno concreto per l’individuazione dei finanziamenti per la progettazione e la costruzione dell’acquedotto nella contrada Scorpari. In un comunicato l’ex amministratore locale risponde polemicamente a quanto sulla questione acqua a Scorpari, aveva affermato nei giorni scorsi un comitato civico nato alcune settimane fa.

“Da parte mia – scrive l’ex assessore – va un pensiero di ringraziamento al commissario straordinario del Comune di Orsomarso Francesca Pezone e al tecnico comunale per essersi adoperati affinché i finanziamenti per la realizzazione dell’infrastruttura non andassero persi. Ma per amore di verità e certamente non per senso di protagonismo, tengo a precisare in maniera forte che il comitato spontaneo di cui ho avuto notizia dalla stampa, non ha nulla da rivendicare o meriti da prendersi rispetto alla prospettiva di realizzazione dell’acquedotto. Insieme a tutta l’amministrazione comunale di cui ho fatto parte fino all’autunno del 2007, mi sono prodigato con il massimo impegno per elaborare e sostenere quel progetto e se oggi ci sono le risorse necessarie, si deve darne atto a quella amministrazione. Mi meraviglio – aggiunge Antonio Papa – che oggi ci possa essere qualcuno che in modo illegittimo voglia appropriarsi del lavoro fatto da chi, come me, ha sempre creduto nella realizzazione di quest’opera indispensabile per le famiglie che vivono nella contrada Scorpari”.

L’ex assessore richiama gli atti amministrativi concreti adottati dalla giunta comunale su sua proposta con delibera n. 78/2005 con la quale venivano destinati 120 mila euro sulla rete idrica della contrada, ai quali andarono ad aggiungersi altri fondi ottenuti dalla Regione Calabria: 30 mila euro di cui alla delibera n. 449/2005 e 85 mila euro afferenti l’Accordo di programma quadro stipulato il 28 giugno 2006. Dopo aver ringraziato l’assessore regionale Mario Pirillo per la disponibilità dimostrata, Antonio Papa invita il Comitato civico ad un confronto pubblico per ricostruire la verità dei fatti evitando prese di posizione demagogiche e ogni tentativo di strumentalizzare per fini meramente elettoralistici i bisogni reali della gente.

Pio G. Sangiovanni
29/03/2009
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati