Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove

Direttore: Pio Giovanni Sangiovanni Credits | Privacy
 
01:36
Domenica
19/05/2024
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2009/Disagi/Comitato pro Marina e Bonangelo

Orsomarso: comitato civico per le contrade Marina e Bonangelo

Dopo Scorpari si è formato ad Orsomarso un Comitato civico anche per le località Marina e Bonangelo. Al centro i temi delle emergenze ambientali e dell'abbandono del territorio. Il nuovo sodalizio ha nominato Portavoce l'imprenditore Peppino Forestieri. Ecco il testo del comunicato che ci è stato inviato e che volentieri pubblichiamo.

ORSOMARSO - Nasce il comitato cittadino spontaneo della località Marina e della c.da Bonangelo. Il gruppo promotore, formato da alcuni residenti del territorio periferico del comune montano, hanno scelto come Presidente Portavoce l'imprenditore locale Peppino Forestieri che, da subito , si è detto determinato nel perseguire gli obiettivi sociali della costituzione del comitato, non risparmiando strali e polemiche nei confronti delle responsabilità politiche locali, colpevoli, a suo dire, di aver abbandonato i cittadini di Orsomarso, residenti nella contrada, nel disastro idrogeologico più grave del comprensorio tirrenico.

Il Portavoce del comitato, riferendosi chiaramente allo scempio ambientale delle cave a cielo aperto della c.da Marina, appena nominato ha dichiarato, in modo secco, di aver già intrapreso, individualmente, un azione giudiziaria nei confronti di tutti gli organi istituzionali e le personalità politiche locali che hanno sostenuto e promosso il deturpamento del territorio con il conseguente disastro idrogeologico della località interessata.

“Sul caso che riguarda la nostra località - ha espresso Forestieri- sono già intervenuto direttamente con un un esposto alla Procura della Repubblica e il Prefetto e quanto prima saranno trasmesse le ultime fotografie al Sotto Segretario alla Presidenza del Consiglio, Bertolaso, e al Ministero dell'Ambiente”.
“Inoltre -, ha continuato il Portavoce del neo comitato, - sono giorni che ho fatto regolare richiesta di acquisizione atti al comune di Orsomarso, per avere copie delle delibere delle cave e delle strade acquisite dalla provincia di Cosenza, dove ritengo che, probabilmente, vi sono delle irregolarità e presumo che il tutto sia stato fatto per favorire determinate persone e situazioni clientelari a convenienza. Questa pratica di favoritismo politico negli anni è diventato un danno per chi ne doveva beneficiare e per tutta la comunità”.

Il Portavoce del comitato, sintetizzando la conclusione del discorso, ha concluso: "A nome del comitato che rappresento è giusto ringraziare la locale stazione dei Carabinieri, che nei giorni del nubifragio è stata vicina alla nostra comunità, assicurando il collegamento viario messo a rischio dall'allagamento fangoso delle cave abbandonate. Personalmente penso di ritenere responsabili dello scempio ambientale della c.da Marina le vecchie giunte del comune di Orsomarso, che, nonostante il danno preventivamente accertato, hanno permesso di sventrare le nostre colline con le cave, contribuendo al dissesto e al disagio territoriale. Mi auguro che la Procura della Repubblica e il prefetto facciano luce sulla vicenda spinosa che ha relegato il mio territorio nel disastro idreogeologico e nell'abbandono".

Orsomarso, 15/02/2009

21/02/2009
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati