Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
17:15
Martedì
19/09/2017
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Associazione/2009/Brutta scoria

Storie di veleni e di scorie: un dibattito pubblico per interrogarsi su presente e futuro

Tante scorie celate da misteriose storie ... se ne discute sabato a Orsomarso

ORSOMARSO - L'associazione culturale Abystron ha organizzato per sabato 17 Ottobre un dibattito pubblico significativamente intitolato "Brutta Scoria". L'evento, inizialmente previsto nella piazza Municipio di Orsomarso, a seguito dell'improvviso abbassamento delle temperature si svolgerà nella sala consiliare del Comune a partire dalle ore 17.00. Si tratta di un'iniziativa che vuole sensibilizzare la popolazione sull'emergenza ambientale che sta coinvolgendo la nostra già martoriata regione Calabria. Moderatore dell'evento sarà Pio G. Sangiovanni.

I relatori: Stefano Sangiovanni presidente Abystron, Paola Candia sindaco di Orsomarso, Francesco Cirillo giornalista militante ambientalista e Gemma De Rosa del forum ambientalista, cercheranno di chiarire alcuni aspetti delle recenti inchieste della magistratura paolana sulla questione delle navi dei veleni presenti nei nostri fondali marini. Navi affondate lungo le coste del Mediterraneo e dell'Africa con le loro stive cariche di rifiuti tossici e radioattivi.

Perché abbiamo dovuto aspettare vent'anni per sapere che la nostra terra è avvelenata e il Mare Nostrum la discarica della criminalità organizzata? Quel mare che un tempo rappresentava la risorsa di tanti tornerà ad essere tale? La Jolly Rosso ad Amantea, la Cunsky a Cetraro, la Yvonne a Maratea, qualcuno doveva sapere, probabilmente questi erano segreti che molti conoscevano. La misteriosa morte di Natale De Grazia e di Ilaria Alpi, inchieste infangate, la Oceanic Disposal Management di Giorgio Comerio si presentava su Internet offrendo i suoi servigi di affondamento su commissione... Tanti misteri che anno dopo anno stanno mettendo a repentaglio la nostra salute, l'economia e il turismo di questa Calabria porto di traffici internazionali illeciti provenienti dall'est-Europa.

Per quanto tempo ancora queste navi rimarranno nelle nostre acque, quando i terreni verranno bonificati? Salviamo il salvabile e ridiamo dignità a questa terra. Anche un dibattito può scuotere le nostre coscienze quiescenti in balia del silenzio.

Elma Battaglia
16/10/2009
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


1 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati