Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove

Direttore: Pio Giovanni Sangiovanni Credits | Privacy
 
06:46
Giovedì
25/04/2024
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2010/Amministrazione/Lettera aperta del sindaco

LETTERA APERTA del sindaco di Orsomarso Paola Maria Candia

ORSOMARSO - Dal sindaco di Orsomarso abbiamo ricevuto il testo della lettera aperta diffusa nei giorni scorsi nella quale si fa il punto della situazione amministrativa del Comune a quasi un anno dall'insediamento della nuova compagine non si manca di replicare al locale circolo del Pdl che aveva variamente criticato la compagine guidata da Paola Maria Candia.
Ecco di seguito il testo completo del documento

 «Con la presente, voglio dare una risposta alla lettera aperta dei gruppi di minoranza "Orsomarso libera" e "Cuore" prot. n.1201 del 1 Aprile 2010.
E' vero, dal giorno dell'insediamento sono trascorsi 11 mesi, e per persone che si trovano ad essere amministratori per la prima volta, la partenza non è certo semplice, soprattutto se si considera lo stato di precarietà dell'Ente causato da lunghi anni di instabilità e incertezze amministrative.
Voglio comunque subito precisare che, in questi primi 11 mesi di attività amministrativa, non è assolutamente vero che non è stato fatto nulla, o quasi.

 L'amministrazione comunale ha aderito:

STL (Sistema Turistico Locale) "Alto Tirreno Cosentino".
Trattasi di una forma di associazione tra soggetti pubblici e privati, che operano in un ambito territoriale definito, finalizzata alla realizzazione di Piani di azione orientati alla valorizzazione delle risorse e alla promozione dell'offerta turistica.
In un paese come il nostro che ha delle riconosciute, e poco utilizzate, risorse e potenzialità turistiche, ritengo sia importante far parte di un ambito territoriale al fine di elaborare progetti di utilizzazione del territorio che vedano, appunto, il privato in collaborazione con il pubblico.

PIAR, Progetto Integrato per le Aree Rurali.
Il nostro Comune non ne faceva parte nonostante fosse nell'aria di riferimento e comprendesse tutte le criticità socio-economiche dell'area stessa. Ci siamo subito mossi affinché il nostro comune fosse inserito a pieno titolo. Abbiamo così sanato una pecca del passato, non priva di conseguenze negative, e siamo riusciti a presentare alcuni progetti relativi ai bandi in corso.
Il PIAR Alto Tirreno è finalizzato alla salvaguardia e al rafforzamento del mondo rurale,sostenendo l'ammodernamento e l'ampliamento delle strutture aziendali, la conservazione e la tutela delle risorse ambientali e paesaggistiche, l'aumento dell'imprenditorialità giovanile, il ricambio generazionale e una politica per la qualità e la valorizzazione delle tipicità locali.
L'obiettivo generale sopra enunciato si declina nei seguenti obiettivi specifici:
- rafforzare le infrastrutture del territorio (acquedotti, viabilità ed elettrificazione rurale) e delle competenze degli operatori agricoli (formazione);
- migliorare la competitività dei sistemi agricoli ed agroindustriali in un contesto di filiera;
- sostenere lo sviluppo dei territori rurali e valorizzare le risorse agricole, forestali, ambientali e storico-culturali.

Distretto Rurale.
Il Distretto Rurale del Pollino, versante Calabro, interessa l'area a nord della provincia di Cosenza, al confine con la Basilicata (33 Comuni e 2 Comunità Montane).
La Provincia di Cosenza riconoscendo l'alta valenza dell'iniziativa ha inserito i distretti rurali tra le proprie priorità in quanto, alla luce delle questioni poste dall'evoluzione delle politiche comunitarie, possono svolgere un ruolo importante nell'implementazione delle politiche nelle aree agricole, montane e rurali.
Pertanto, il Distretto Rurale rientra in quella logica di aggregazione e di esaltazione delle specificità e delle vocazioni territoriali che rappresentano il punto di forza di un nuovo modello di sviluppo locale, abbraccia infatti l'intera economia rurale del territorio con le ricadute positive su tutte le nuove attività produttive.

E' proprio di questi ultimi giorni la notizia del riconoscimento;

PIT (Progetti Integrati Territoriali) - nuova convenzione.
Si tratta di progetti di sviluppo di aree vaste con dimensioni sub provinciali, ma evidentemente, sovra comunali, basati sul principio della "programmazione dal basso", quindi della programmazione attuata dagli attori territoriali, politici e sociali, direttamente coinvolti e responsabili del processo di sviluppo a livello locale.

Qui si sta tentando di recuperare un finanziamento di circa 76.000,00 euro per "Sistemazione di strada particolarmente degradata nel Centro Storico - via Orto di Cesare", andati perduti a causa dei mancati adempimenti di chi aveva competenza in merito, dopo la caduta dell'Amministrazione Comunale.

E' da segnalare inoltre che ci siamo adoperati affinché le potenzialità esistenti nel nostro territorio trovino riscontro in grossi progetti con Enti sovra comunali nell'ambito del P.O.In. "Programma Operativo Interregionale - Attrattori culturali, naturali e turismo" che punta a determinare le condizioni per aumentare l'attrattività territoriale e creare opportunità di crescita e occupazione nelle regioni dell'Obiettivo "Convergenza" ( Calabria, Campania, Puglia, Sicilia) fondate sulla valorizzazione delle loro risorse culturali, naturali e sul pieno sviluppo delle potenzialità turistiche del territorio.

Stesso discorso vale per l'APQ (Accordo Programma Quadro).
Tale Accordo ha per oggetto il completamento del processo di recupero, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale già avviato e realizzato con le risorse del POR Calabria 2000/2006 ed è relativo ad una serie di interventi finalizzati a conseguire i seguenti obiettivi:
- concentrare gli interventi sui grandi attrattori culturali e ambientali presenti sul territorio regionale;
- mettere in rete il patrimonio ambientale e culturale diffuso sul territorio;
- finalizzare gli interventi non più alla sola tutela ma soprattutto alla valorizzare dei beni ambientali e culturali creando sinergie con i settori del turismo e della cultura capaci di produrre effetti economici e sociali positivi per la comunità locale;

Mi rendo conto che queste sono cose che non hanno immediata visibilità e possono dare l'impressione di una sorte di libro dei sogni. Trattasi invece di realtà perché riguarda i fondi europei, e quelli destinati alla Calabria non sono pochi. La Regione Calabria dovrà mettere in atto quanto di sua competenza per l'utilizzazione di detti fondi, noi a nostra volta, senza perderci in inutili chiacchiere, attivando le sinergie necessarie dobbiamo mettere in campo una idonea progettualità per candidare a finanziamento le potenzialità del nostro territorio. Sono obiettivi che richiedono tempo, costanza e tanto impegno, in particolar modo nel nostro caso dovendo partire praticamente da zero.

Progetti Approvati

Approvazione progetto per il recupero funzionale dell'ex - convento francescano da destinare a foresteria e sale esposizioni e degustazioni;
Le finalità previste elaborate con una adeguata progettazione possono rappresentare un momento importante per le nostre specificità locali. Il progetto rappresenta inoltre, fatto non secondario, il recupero di una importante struttura comunale che rischierebbe di degradarsi ulteriormente.

Approvazione del progetto "Captazione e distribuzione idrica in località Scorpari";
Tale importante problema è stato affrontato, nel recente passato, dall'ex assessore Antonio Papa. Con la caduta dell'Amministrazione della quale l'Assessore faceva parte, chi avrebbe dovuto continuare a seguire l'iter della pratica evidentemente non lo ha fatto, visto che alla Regione Calabria è stato alquanto difficoltoso riprendere e ricostruire la pratica in questione.

Approvazione del progetto "lavori di manutenzione, adeguamento e miglioramento delle viabilità interpoderali";
Approvazione del progetto "creazione servizio di trasporto per la mobilità della popolazione residente nelle aree rurali del comune di Orsomarso";
Approvazione progetto "Centro informativo di accoglienza turistica";
Approvazione progetto "Messa a norma dell'impianto sportivo comunale";
Tale progetto redatto sulla scorta di un finanziamento provinciale non ha avuto il nulla osta del CONI. Sarà a breve ripresentato tenendo conto delle indicazioni fornite dal CONI.

Finanziamenti ottenuti

Euro 42.297,00 dalla Provincia di Cosenza, contributo pari al 90% del costo per l'acquisto di un nuovo scuolabus;
Euro 450.000,00 dall'Assessorato Regionale LL.PP. per la costruzione del ponte sul fiume Argentino e strada di collegamento;

Finanziamenti richiesti alla Regione Calabria per la realizzazione di importanti opere pubbliche
-
Richiesta contributo per "Ammodernamento ed ottimizzazione dell'impianto di pubblica illuminazione Comunale e Rurale";
- Richiesta contributo per "Potenziamento e Ristrutturazione Rete Idrica Rurale";
- Richiesta contributo per "Lavori di Manutenzione Straordinaria sull'Edificio Scolastico";
- Richiesta contributo per "Potenziamento e Sistemazione Impianto di Depurazione Comunale".

A seguito delle avversità atmosferiche dello scorso gennaio e febbraio, che hanno interessato il nostro territorio, sono state presentate schede relative ad interventi da effettuarsi a seguito di movimenti franosi che interessano la sede stradale "Ex - provinciale", Strade interpoderali "Bonangelo" e "Mira", strada per S. Domenica Talao "loc.tà S. Andrea".

Quanto esposto è il frutto di un serio lavoro e tanto impegno anche per rimediare, in alcuni casi, alla poca attenzione avuta nel passato che rischia ancora oggi di produrre effetti negativi insieme alle vicissitudini amministrative (in particolar modo) degli ultimi dieci anni. Il tutto è avvenuto nei primi undici mesi di questa Amministrazione. Giudichi chi legge se può essere considerato poco. Sono passati undici mesi, non undici anni.

Voglio aggiungere perché è un fatto non secondario che è da poco più di un mese che abbiamo provveduto a rinnovare gli uffici con la nomina dei nuovi responsabili del settore tecnico e settore finanziario. Il segretario comunale c'è dall'11 gennaio: basta pensare che da giugno a dicembre ne abbiamo avuti ben tre, con il conseguente rallentamento di tutta l'attività amministrativa.

Diamo atto ai gruppi di minoranza, Orsomarso Libera e Cuore, che coscienti delle problematiche esistenti, hanno avuto un atteggiamento responsabile e costruttivo.

Il confronto con quanti vogliono contribuire e adoperarsi per il bene della nostra collettività, per costruire e progettare nell'interesse di tutti trova le nostre porte sempre aperte. Questa è stata l'impostazione che ha dato vita alla nostra lista e questa resta l'impostazione della nostra attività amministrativa. Pertanto, su questa base, possiamo tranquillamente sederci ad un tavolo per discutere le problematiche ritenute importanti per il nostro paese e lavorare insieme per una programmazione delle cose da fare. A tale proposito condivido le preoccupazioni riguardanti il problema rappresentato dalla discarica degli ingombranti, non lo abbiamo affatto sottovalutato e penso che a giorni potrò dire che è risolto. Abbiamo dovuto affrontare anche altre emergenze ambientali quali lo smaltimento dell'amianto sulle rive del fiume Lao ed una macchina abbandonata in località Tavolara. Problemi ereditati dal passato così come il debito di 32.000,00 euro che abbiamo compensato con una entrata straordinaria che avremmo potuto utilizzare in modo diverso.

Voglio, infine, rassicurare: anche se da subito siamo rimasti in 7, preferendo non cedere ai ricatti del giorno dopo, il gruppo c'è, è unito ed ha tutta la volontà e l'intenzione di lavorare seriamente ed onestamente. Come peraltro stiamo già facendo. Anche la giunta sta lavorando. Non sempre è necessaria la presenza quotidiana, basta essere disponibili e portare avanti i propri compiti.

In conclusione, non voglio dire che tutto quanto necessario è stato fatto, che tutto è stato rimesso a posto. Abbiamo ritenuto opportuno mettere mano prima, con le difficoltà già evidenziate, alle cose meno appariscenti ma che sono di sicura sostanza, ben sapendo comunque che non tutto era affrontabile in poco tempo. Siamo sempre aperti al confronto e ringraziamo per i solleciti e per le critiche giunte, conosciamo le problematiche esistenti, sono presenti nella nostra agenda per essere sollecitamente affrontate».

Orsomarso, 18/5/2010
Il Sindaco - Candia Paola Maria

P.S. Colgo l'occasione per stigmatizzare le affermazioni contenute nel recente scritto del locale PDL in riferimento all'assenza temporanea dell'autista addetto alla conduzione dell'autocompattatore per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. E' stato necessario ricorrere ad intervento esterno per detto smaltimento, causa riparazione e manutenzione urgente all'automezzo di proprietà del Comune e non per mancanza dell'autista come scritto dal PDL. Si fosse trattato della sola assenza dell'autista avremmo provveduto senza indugio ed a tempo debito alla sostituzione dello stesso.
Lo stato di disagio, evidenziato, in cui sono costretti a vivere dei nostri concittadini in alcune zone rurali è reale. E' la conseguenza di alcune scelte alquanto discutibili, del recente passato amministrativo, che hanno consentito che si attuasse in quelle aree un vero e proprio scempio che non poteva non avere ripercussioni negative anche sulle infrastrutture di quei territori.
Non lasceremo, comunque, niente al caso e faremo tutto quanto possibile nelle condizioni date.

25/05/2010
Ascolta con webReader

 


8 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati