Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
11:10
Mercoledì
02/12/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2013/Politica locale/Parco eolico

Soffiano nuovi venti di crisi al Comune di Orsomarso

ORSOMARSO - Nuovi venti di crisi al Comune di Orsomarso, dopo una seduta inconcludente del Consiglio comunale svoltosi nella serata del 25 luglio scorso, con due argomenti all'ordine del giorno: l'approvazione del regolamento Tares (Tassa Rifiuti e Servizi) e il parere sulla richiesta di privati di utilizzo e miglioramento a titolo gratuito del tratto di strada di proprietà comunale, di accesso ad alcuni terreni siti in località Paretti in contrada Marina di Orsomarso.

Nella mattinata di ieri si è appreso che il sindaco Paola Candia ha convocato per questa sera, venerdì 2 agosto, un vertice di maggioranza al fine di fare il punto della situazione e verificare le condizioni di tenuta della stessa. Che ci fossero problemi rispetto alle determinazioni da assumere sui punti posti in discussione, lo si era capito dall'ora buona di ritardo con la quale i componenti della maggioranza si erano presentati nella sala consiliare, in forma ridotta a causa dell'assenza di due componenti e quindi non in grado di garantire la legalità della seduta in caso di abbandono da parte dei tre esponenti della minoranza presenti.

Da quanto è dato sapere sembra si sia consumata una vera e propria frattura non tanto, e non solo, relativamente alle scelte da operare sulla Tares, quanto proprio sul secondo argomento che, dietro l'anonima dicitura nasconderebbe la possibilità di dare l'avvio ad un rilevante intervento di installazione di un parco eolico con la posa in opera di ben 17 manufatti su un'area complessiva di circa un ettaro, insistente proprio nella località Paretti del Comune di Orsomarso e ricadenti nei fogli di mappa n. 53, 62 e 63.

Nello specifico tecnico ogni manufatto, comprensivo di pale eoliche, raggiungerebbe l'altezza di circa 80 metri, con un'area di cantiere di 400 metri quadrati e un'occupazione finale permanente di 36 metri quadrati. Non si conosce l'ammontare complessivo dell'investimento ma certamente esso avrà una notevole consistenza. Un intervento sul quale non se ne sa molto, per la verità, sia dal punto di vista della invasività sul territorio che dell'impatto ambientale in un'area che si colloca esattamente a metà strada fra il Parco marino Riviera dei cedri e il Parco nazionale del Pollino.

Su questo argomento non c'è stata alcuna posizione maggioritaria all'interno del Consiglio e, nel momento in cui si profilava la formazione di maggioranze anomale e trasversali, qualche consigliere, compreso il sindaco, ha pensato bene di abbandonare la seduta facendo mancare il numero legale, per cui l'adunanza si è conclusa con un nulla di fatto. In ogni caso sembra davvero che il clima politico per la già risicata maggioranza dell'Amministrazione Candia sia a dir poco surriscaldato e già c'è chi ha ventilato clamorose defezioni, il che vorrebbe dire la formale apertura di una crisi al buio, preludio forse per l'ennesima chiusura anticipata della consiliatura di Orsomarso a meno di un anno di distanza dalla sua scadenza naturale.

02/08/2013
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


3 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati