Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
8:52 PM
Venerdì
6/23/2017
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/Anno 20017/"Incontri per pianificare sinergie"

Incontri per pianificare sinergie e attività in comune fra Unpli e Fondazione Calabria-Roma-Europa

CALABRIA - Presso la delegazione del Comune di Guardia Piemontese ha avuto luogo un incontro tra i l'Assessore e Coordinatrice della Fondazione Calabria-Roma-Europa, Antonietta D'Angelis, il Presidente Provinciale UNPLI (Unione Nazionale delle Proloco d'Italia) di Cosenza, Antonello Grosso La Valle, e il referente di Rete Imprese, Giorgio Perrone, per pianificare sinergie e attività in comune.

Al centro del confronto tra le parti, una maggiore cooperazione tra i territori finalizzata alla valorizzazione e la promozione delle specificità, l'incremento di processi virtuosi e di qualità degli aspetti di una governance di area vasta e un piano di attività socio-culturali.
I punti trattati nel corso dell'incontro - è stato evidenziato -, saranno sviluppati nella logica di rivitalizzare i territori e i vari ambiti delle opportunità, in linea come incubatore e percorsi di idee.
In merito il Presidente della Fondazione Calabria-Roma-Europa con sede in Roma, Domenico Naccari, ha dichiarato: "Anche in questa occasione, come Fondazione, daremo tutto il nostro apporto per far sì che tutte le risorse di cui è ricca la Calabria vengano valorizzate soprattutto in ambiti nazionali ed internazionali. Per concretizzare tutto questo, occorre fare rete, superando la logica "locale" in un mercato sempre più globalizzato. È finito il tempo dei campanili. Fare sistema nel rispetto delle diverse identità, per raggiungere uno sviluppo diffuso dei territori dovrà essere il punto di forza di un progetto di ampio respiro, che veda protagonisti i Comuni e le associazioni in questo processo. Credo che le situazioni finanziarie degli Enti locali impongano una rimodulazione della gestione delle risorse, che deve fondarsi principalmente sul turismo e avviare, quindi, una programmazione che metta in rete le potenzialità che i nostri territori che hanno da offrire. Così come resta prioritario la creazione del polo delle eccellenze calabresi e il punto di partenza per itinerari più ampi".

 

4/10/2017
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

Allegati