Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
19:38
Venerdì
10/04/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Italia/Precedenti/Società e costume

SOCIETÀ E COSTUME


29/11/2008

Se le parole hanno un senso

Non chiamiamole più "morti bianche" (di Stefano Corradino - Art. 21.info) ITALIA - Le parole hanno un senso. Non sono semplicemente un mezzo con il quale gli individui si esprimono e comunicano tra loro. Diciamo spesso sono “solo parole” per indicare qualcosa che non lascia segno o che non incide sulla realtà. È vero esattamente il contrario: le parole incidono sulla realtà, la modificano. Il linguaggio è un fenomeno sociale: tra linguaggio e società esiste una relazione interna, dialettica, reciproca.
22/08/2008

Indebitamento famiglie: raddoppiato in 5 anni

Cgia di Mestre: in 5 anni raddoppiato l'indebitamentamento delle famiglie. Dal 2002 al 2007 è aumentato del 93,28%, toccando i 15.765 euro di media per nucleo familiare
MILANO - L'indebitamento medio delle famiglie italiane (comprendente mutui per l'acquisto della casa, prestiti per l'acquisto di beni mobili, credito al consumo, finanziamenti per la ristrutturazione di beni immobili) ha toccato nel dicembre del 2007 i 15.765 euro. Lo rileva un'analisi della Cgia di Mestre. In cinque anni, tra il primo gennaio 2002 e il 31 dicembre 2007 ...
07/08/2008

La coppia è fragile. Più separazioni e divorzi

ITALIA - Istat: la coppia italiana è fragile, aumentano separazioni e divorzi. Boom dell'affidamento condiviso dei figli. L'indagine prende in esame il decennio 1996/2006
ROMA - Le famiglie italiane si spaccano sempre più facilmente. Secondo un'indagine Istat che abbraccia il decennio 1996/2006, il numero delle coppie sposate, con o senza figli, che rompono il legame continua ad aumentare di anno in anno. Solo nel 2006 le separazioni sono state 80.407 e i divorzi 49.534. Colpisce comunque il fatto che negli ultimi anni le separazioni sono in diminuzione.
Un aumento generale. Divorzi e separazioni, nel corso ...
30/07/2008

Iniziative di tutela storico albero della libertà

MONTEPAONE (CZ) - A vederlo sembra un albero come tanti altri ma in realtà, tra i suoi rami, tra le foglie e nella linfa che scorre nel suo fusto è ancora viva una parte di storia che ha caratterizzato il Mezzogiorno d'Italia. Si tratta dell'ultimo Albero della Libertà sopravvissuto alla furia restauratrice dei Borboni dopo la parentesi della Repubblica Napoletana.
Sotto quest'albero si celebravano i momenti più importanti della comunità. Con la restaurazione borbonica, gli alberi della Libertà furono divelti e bruciati dal ...
27/06/2008

Internet fa diminuire la capacità di apprendimento

Troppe nozioni, pochi pensieri. "Google ci fa diventare più stupidi".
E' un timore che circola tra gli esperti. Secondo Nicholas Carr il nostro modo di leggere cambia con l'uso continuo di Internet. Molti studiosi di varie materie ritengono che sia diminuita la loro capacità di apprendimento: "Siamo diventati meri decodificatori".
SAN FRANCISCO - Che Google ci stia facendo diventare tutti più stupidi? Pensiero imbarazzante, domanda controversa. Mormorata a mezza bocca da più di un ricercatore ma mai formulata esplicitamente, la tesi è ...
09/06/2008

Precariato, povertà e insicurezza. Paese involuto

Il "Rapporto sui diritti globali 2008" segnala il pericolo di involuzione del Paese a causa delle sempre maggiori difficoltà economiche e del crescere della paura. Precariato, povertà e insicurezza. Al tramonto la società solidaristica. L'indebitamento totale delle famiglie ammonta a 490 miliardi, in forte difficoltà 1 su 5.
Il lavoro è sempre più precario e rischioso: i morti sul lavoro superiori a quelli delle guerre.
ROMA - Un lavoratore sempre più marginale, con un salario sempre più striminzito e lontano dalle medie europee e dai picchi straordinari raggiunti dai compensi...
31/05/2008

Dopo 700 anni dall'esilio Firenze riabilita Dante

La commissione Cultura di Palazzo Vecchio ha approvato una mozione che revoca formalmente il bando che allontanò il poeta dalla città. L'iniziativa a 700 anni dall'esilio.
FIRENZE - Tu lascerai ogne cosa diletta più caramente / tu proverai sì come sa di sale lo pane altrui. Se Dante non fosse stato esiliato dalla sua Firenze per motivi politici, forse nel XVII canto del Paradiso della Divina Commedia non troveremmo questi versi. Invece la condanna all'allontanamento dalla città...