Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
17:54
Giovedì
29/10/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/2011/Ospedale Praia

Ospedale Praia a Mare. Delegazione di sindaci alto tirrenici incontra il Commissario ASP

Incontro dei comuni dell'alto Tirreno con il Commissario Straordinario dell'ASP di Cosenza. «L'Ospedale di Praia a Mare, un'eccellenza nell'ambito del Piano di rientro».

ALTO TIRRENO - Si è svolto a Cosenza, nella sede dell'Azienda sanitaria provinciale, un incontro per affrontare le tematiche legate all'ospedale di Praia a Mare. Alla riunione hanno preso parte i rappresentanti del Comitato per la difesa dell'ospedale e i Comuni di Praia a Mare, Tortora, Aieta, San Nicola Arcella, Scalea, Orsomarso, Santa Domenica Talao, Verbicaro.

Tutti i partecipanti hanno sottolineato la grande disponibilità al dialogo mostrata dal Commissario straordinario Giancarlo Scarpelli. Stessa disponibilità e impegno sono stati dimostrati dalla dottoressa Morano che si occupa dell'area dell'alto Tirreno cosentino in riferimento ai presidi ospedalieri. Apprezzata anche la presenza del consigliere regionale Gianluca Gallo, della terza commissione regionale della Sanità che ha portato, a corredo della discussione, problematiche che tendono a soluzioni nell'ambito di tutto il territorio regionale.
Il commissario straordinario ha illustrato gli intenti dell'Azienda sanitaria provinciale nel rispetto del Piano di Rientro. A giudizio dei rappresentanti dei comuni che hanno preso parte all'incontro ci sono buoni spiragli per la struttura. È prevalsa, infatti, la volontà di una riorganizzazione che tiene conto delle specializzazioni raggiunte dal Presidio ospedaliero e della collocazione sul territorio, come ospedale di frontiera, ma anche come presidio di un territorio vocato al turismo.

Il Commissario straordinario Scarpelli ha confermato la volontà di rafforzare l'Emergenza-Urgenza del Presidio per il periodo estivo. Dal I luglio verrà potenziato il pronto soccorso, con una ridistribuzione delle risorse già ampiamente presenti nel Presidio. Si terrà conto anche della organizzazione della rianimazione e della radiologia, tutti servizi strettamente collegati all'Urgenza-emergenza.
Grande attenzione, poi, alle specialità ambulatoriali dell'ospedale. Ostetricia e ginecologia intesi come servizio ambulatoriale alle donne che si trovano nell'area dell'alto Tirreno, soprattutto nel periodo estivo. Attività ambulatoriale di Oculistica, Cardiologia e Dialisi, vengono presi in considerazione per erogare buona sanità. La tendenza è quella di valorizzare le specialità già presenti che hanno portato risultati positivi negli anni. In questo periodo l'impegno è per la realizzazione dell'Atto aziendale. Il Commissario Scarpelli, ha mostrato grande disponibilità a confrontarsi con i tavoli istituzionali e a capire meglio il sistema e le necessità dei territori amministrati. Una volta individuate le linee guida generali il confronto dovrà necessariamente avvenire sui territori.

Tutti i rappresentanti dei comuni che hanno partecipato all'incontro hanno mostrato soddisfazione per il vertice con il Commissario straordinario dell'Asp. «E' una tendenza - hanno commentato i rappresentanti dei comuni - che, innanzitutto, tranquillizza i cittadini sulla presenza di un presidio che possa erogare servizi essenziali».

28/06/2011
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione