Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
22:30
Giovedì
26/11/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Rubriche/Il settimanale

IL SETTIMANALE


Il settimanale

26/08/2018

Il tempo della chiarezza, della responsabilità e serietà. Il tempo delle scelte.

FATTI E MISFATTI - Quella del 2018 che stiamo vivendo è davvero una caotica estate, resa ancora di più tale dall'aspro scontro politico diretto e gestito dai massimi esponenti del Governo con un continuo stillicidio di dichiarazioni aggressive e provocatorie che nulla hanno a che vedere con uno stile istituzionale che meglio si adatterebbe a chi ha la responsabilità della gestione del Paese nell'affrontare delicatissime questioni come (solo per citarne alcune) l'Ilva di Taranto, tragedie come quella di Genova e delle Gole del Raganello, o il dramma dei profughi nelle acque del Mediterraneo.

07/05/2018

Dopo due mesi dai trionfi elettorali niente di nuovo sotto il sole

FATTI E MISFATTI - Trionfo e fallimento dei populismi e dell'antipolitica.

Verrebbe da dire "come volevasi dimostrare", ma non è per niente il caso di fare della facile ironia sulla miseranda inconcludenza dei tanti paladini del nuovo e della strombazzata Terza Repubblica, nata e morta nel giro di due mesi dalle elezioni per il rinnovo del Parlamento Italiano. Purtroppo lo spettacolo che si presenta agli occhi esterrefatti del cittadino comune, è davvero deprimente e continua a riproporre una ritualità indegna di un paese civile, 

14/04/2018

A distanza di anni dall'avvento del digitale terrestre in paesi come Orsomarso il servizio è praticamente inesistente

A distanza di anni dall'avvento del digitale terrestre, ci sono paesi come Orsomarso dove il normale servizio riceve soltanto quattro canali Rai (uno, due, tre e rainews24) e sei canali mediaset (canale 5, italia 1, rete4, tgcom24, iris, la5). Delle altre centinaia di canali, tra cui anche quelli tematici della Rai, neanche l'ombra. Negli ultimi mesi si sta verificando anche la beffa delle continue distorsioni del segnale, con le immagini che si bloccano, si frammentano in uno stillicidio davvero insopportabile.

FATTI E MISFATTI - Non sono mai stato un teledipendente, uno cioè che trascorre ore davanti al piccolo schermo, magari a inseguire le defatiganti vicende di ultradecennali telenovele senza inizio né fine. Ho tuttavia sempre considerato la televisione uno strumento dal quale attingere informazioni e notizie su fatti e vicende quotidiane, approfondire argomenti di interesse generale, storico, culturale o di costume.

15/08/2017

Se questo è un uomo !

♦ Viviamo davvero in tempi bui. In una famosa discoteca del mondo "occidentale", Spagna o Italia, Germania o Inghilterra o America, non importa il luogo preciso, le immagini sono uguali, una notte di agosto: un ragazzo viene picchiato a morte da tre coetanei mentre tutt'intorno una folla di giovani guarda impassibile senza neanche muovere un dito per fermare quel massacro, molti sembrano mostrare una sorta di annoiata indifferenza, qualcuno riprende il tutto con il telefonino. Non si tratta del canovaccio di un film in programmazione per la prossima stagione televisiva ma è questa la scena reale che ci hanno consegnato le immagini delle autostrade telematiche che in pochi attimi hanno fatto il giro del mondo, lasciando milioni di persone sgomente per tanta feroce disumanità.

07/09/2016

Quelli che vincono sempre. Trasformismi e gattopardismi della politica italiana.

IL SETTIMANALE - Le vicende politiche convulse dell'amministrazione Cinque stelle di Roma mettono in evidenza un'assoluta verità che vuole che ad ogni competizione elettorale, anche in quelle in cui sembra che tutto venga sconvolto da cambiamenti che sembrerebbero epocali e capaci di spazzare via tutto il vecchio marciume, alla fine ci sono sempre gli stessi soggetti che risultano essere i veri vincitori.

10/10/2014

Per la motivazione degli allievi fondamentale è il linguaggio e la comuncazione non verbale(*)

SCUOLA - Che la comunicazione non verbale del docente, in termini di gestualità, diversa modulazione della voce, un volto sorridente e rasserenante, uno sguardo che esprima attenzione ed interesse nei confronti dei singoli componenti della classe, avesse un effetto benefico sulla motivazione allo studio e, di conseguenza, sul rendimento degli allievi, erano già in tanti a sostenerlo basandosi sulla esperienza quotidiana. Adesso la conferma arriva da uno studio condotto da una ricercatrice dell'Università della Florida, la psicologa Vichy Zygouris-Coe, che ha dimostrato che la comunicazione non verbale degli insegnanti può influenzare considerevolmente l'apprendimento: sia per la passione trasmessa attraverso il corpo nel parlare di certi argomenti, sia per le aspettative positive verso gli allievi comunicate allo stesso modo.

31/12/2013

Editoriale di fine anno 2013: Tanti dubbi e poche certezze

 Un anno fa ci si preparava al 2013 auspicando finalmente una svolta nella vita del nostro paese e del mondo intero, nel senso che grazie alla loro intelligenza e lungimiranza i cittadini avrebbero finalmente voltato pagina, a cominciare dal ricambio della classe politica che governa l'Italia da decenni. Invece è noto a tutti come sono andate le cose: le elezioni hanno riconfermato equilibri impossibili da gestire, dopo schermaglie e tatticismi politici il Parlamento non ha saputo fare di meglio che rieleggere il "vecchio" Giorgio Napolitano, lo stesso che poi è stato quotidianamente messo sulla graticola con le accuse più colorite e malevole.

Sezione correlate