Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
19:45
Martedì
26/01/2021
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Rubriche/Il settimanale/Il settimanale

Da Abystron una nuova iniziativa per riflettere

ORSOMARSO - Abystron propone oggi una nuova iniziativa che cercherà di occuparsi in modo sintetico e senza la pretesa di essere esaurienti o completi, di questioni di interesse generale che in vario modo si pongono alla nostra attenzione, solleticano la nostra curiosità e ci obbligano a riflettere. Il Settimanale, questo il titolo, vuole rappresentare una finestra aperta sul mondo, sia quello più vicino a noi con le sue banalità ed i suoi apparenti non sensi, che il panorama dei grandi temi che ci coinvolgono idealmente ed emotivamente facendoci avvertire anche il peso di sentirci in qualche modo inconsistenti e praticamente impossibilitati ad incidere sulle scelte e sui destini futuri di miliardi di persone, che condividono la nostra stessa condizione.
Si dirà: che senso ha interessarsi se poi tutto seguirà dei percorsi completamente estranei e lontani dalla nostra possibilità di incidere in alcun modo? Domanda legittima alla quale però noi rispondiamo che è meglio essere consapevoli di ciò che avviene, conoscere i contorni ed i dettagli profondi delle problematiche che ci circondano che rassegnarsi a vivere in una condizione di distaccata e beata ignoranza che, al di là dell’apparente tranquillità, ci espone al rischio inevitabile che gli eventi ci precipitino addosso all’improvviso come accidenti calamitosi voluti da un destino oscuro e beffardo, senza che noi possiamo coglierne le cause reali e farcene una ragione plausibile.
Ma vi è anche un altro grave rischio, connesso con quanto appena affermato: che cioè nella furia polemica e nei rimbalzi di responsabilità fra gli esponenti del variegato mondo della politica e degli esperti ai vari livelli, dal nostro piccolo alle alte sfere del potere nazionale, possiamo essere confusi e disorientati finendo per bere le fandonie più grandiose, condizionati magari dal bel modo di presentarsi di qualche personaggio, il suo sorriso a 64 denti, il suo stile impeccabile ed elegante, la sua padronanza della comunicazione nel saper vendere la propria verità, anche se è completamente falsa.
Il risultato è che quando siamo chiamati a giudicare, valutare e decidere, ed è un nostro sacrosanto diritto-dovere di cittadini di uno stato libero e democratico, rischiamo di finire per seguire qualche arruffapopoli non perché convinti e consapevoli della bontà delle sue proposte, ma semplicemente perchè condizionati da fattori che nulla hanno a che vedere con i dati di fatto. Alla luce di quanto si è cercato molto succintamente di argomentare, riteniamo che sia più che mai importante, nell’era della globalizzazione e mondializzazione dei processi e delle dinamiche sociali, culturali ed economiche, recuperare una propria coscienza critica, autonomia di pensiero e capacità di giudizio, che ci consentano di difenderci da quelle forme di coinvolgimento passivo ed involontario che condizionano tutti i comportamenti a tal punto che alcune scelte si fanno soltanto perché lo fanno tutti, perché vanno di moda.
Del resto, il motto fondante della nostra associazione dice proprio questo: “Cultura, solidarietà, impegno civile – per vivere meglio”. E per vivere meglio bisogna, secondo noi, proprio essere sempre se stessi dando sempre il meglio in tutte le circostanze che la vita pone di fronte, per dare il proprio contributo alla costruzione di un mondo di pace e di felicità.
Una nuova entusiasmante sfida parte, dunque. Essa ci vedrà impegnati con quella passione, onestà intellettuale e professionalità che ci ha sempre contraddistinto in questi dieci anni di lavoro volontario nel quale abbiamo fatto tesoro di tutte le indicazioni, suggerimenti e critiche che ci sono giunti e che, nei siamo sicuri, non mancheranno ad arrivare neanche in questo caso.
san.pio gio.
03/07/2006
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati