Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
22:31
Sabato
18/01/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2009/Questione sanitaria/Il sindaco diffida l'ASP

Paola Candia diffida l'ASP e rivendica il diritto alla salute dei cittadini di Orsomarso

ORSOMARSO - Il neosindaco di Orsomarso Paola Maria Candia ha assunto un’iniziativa molto forte nei confronti dell’ASP di Cosenza a causa del grave problema creatosi per la mancata nomina di un medico di base disponibile ad accogliere i circa 500 pazienti che ancora oggi si ritrovano senza assistenza sanitaria. A fine mattinata il primo cittadino (nella foto) ha indirizzato un telegramma al Direttore generale dell’azienda sanitaria, al responsabile del Distretto sanitario Praia-Scalea, e per conoscenza al Prefetto di Cosenza, diffidandoli a provvedere con la massima urgenza a tale nomina, vista l’insostenibilità della situazione che si è venuta a creare e che vede metà della popolazione di Orsomarso ormai abbandonata a se stessa, e che da un giorno all’altro si ritroverà nell’impossibilità di richiedere una qualsiasi prescrizione sanitaria.

La situazione sembra essere ormai giunta al punto limite, con un’azienda sanitaria rimasta sorda di fronte a qualsiasi sollecitazione a provvedere, usando il buonsenso, nel valutare i dati oggettivi della realtà di questo paese il cui territorio è per il 70% di natura collinare e montana, con una popolazione, in gran parte anziani, che risiede in contrade rurali distanti chilometri dal centro abitato e ancora più remote rispetto ai presidi ospedalieri zonali. Tutte condizioni che avrebbero dovuto indurre l’ASP alla dichiarazione di zona carente ed alla conseguente attivazione della procedura per la nomina di un medico di base. Invece, da quando nel febbraio 2009 il dottor Gino Candia è andato in pensione vi è stato da parte della dirigenza dell’azienda sanitaria una posizione di rifiuto assoluto dell’adozione di un simile provvedimento motivata da presunti accordi sindacali che vincolerebbero al ragionieristico rispetto della proporzione un medico ogni 1500 pazienti del Distretto sanitario Praia-Scalea; come se ci trovassimo di fronte ad un’unica area urbana e non nel Parco Nazionale del Pollino e dei monti dell’Orsomarso.

A nulla sono valse le proteste di singoli cittadini, comitati spontanei, associazioni e forze politiche che sono giunte ad investire il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, rivendicando il rispetto dell’art. 32 della Costituzione.

Adesso Paola Maria Candia, nel mentre mette a punto la sua squadra di governo e si prepara al giuramento di fronte al Consiglio comunale, ribadisce che non lascerà niente di intentato al fine di garantire il rispetto dei diritti della comunità che l’ha appena eletta alla carica di sindaco.

Pio G. Sangiovanni
18/06/2009
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati