Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
20:56
Mercoledì
05/08/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/ANNO 2014/Scuola di Liutai di Bisignano

Costruire arte per eseguire arte. Riapre la Scuola di Liuteria di Bisignano

BISIGNANO (Cs) - Costruire arte per eseguire arte. È questo il leitmotiv che contraddistinguerà il doppio evento che vivrà la città di Bisignano a partire dal prossimo 21 febbraio 2014, ovvero quando, a distanza di dieci anni dalla sua improvvisa chiusura, sarà nuovamente riaperta la Scuola di Liuteria di Bisignano. A questo grande momento se ne affiancherà un altro di pari importanza: l'atteso avvio del 4° Festival della Chitarra e della Liuteria.

Le due iniziative saranno presentate in un'apposita conferenza stampa che si terrà il prossimo martedì 18 febbraio, alle ore 10.30, presso la Sala degli Stemmi della Provincia di Cosenza, alla presenza del Presidente Mario Oliverio, dell'Assessore alle Politiche del Lavoro, Giuseppe Giudiceandrea, del Sindaco di Bisignano, Umile Bisignano, del Presidente provinciale della CNA di Cosenza, Francesco Rosa, del maestro liutaio Andrea Pontedoro e del direttore artistico del Festival, Francesco Pignataro.

La conferenza stampa sarà moderata dal giornalista Valerio Caparelli, addetto stampa dell'iniziativa. "Trova finalmente realizzazione un progetto al quale abbiamo faticosamente lavorato per due anni e mezzo - anticipa nella nota il suo intervento l'assessore provinciale Giudiceandrea -. Grazie alla fattiva collaborazione della CNA di Cosenza, che fornirà fondi e professionalità di altissimo livello, attingendo sopratutto al bacino dei maestri liutai di Bisignano, insieme alla ferma volontà del Presidente Mario Oliverio di vedere riaperta la Scuola di Liuteria di Bisignano, oggi questa importante fucina di maestria artigiana diventa realtà.

Già un corso di ebanisteria per i lavoratori in mobilità in deroga ed uno di avvicinamento alla liuteria di 120 ore, patrocinato fra gli altri dal Comune di Bisignano, hanno consentito di saggiare le capacità ricettive della scuola per docenti e apprendisti. Ora, dal 21 febbraio, sotto la guida artistica del prof. Gabriele Carletti e dell'ANLAI, avrà inizio il percorso formativo triennale. Un modo concreto per dare continuità ad una storia che affonda le sue radici nella "giudecca", quartiere ebraico dell'ameno borgo di sant'Umile. Sono felice, infine, - prosegue l'assessore al lavoro - di poter procedere alla consegna dei diplomi, purtroppo mai avvenuta, agli allievi dell'ultimo corso di liuteria, che si sono diplomati circa dieci anni fa".

La riapertura della Scuola di Liuteria di Bisignano rappresenta per la CNA di Cosenza un punto di partenza dal quale si potrà affermare e dimostrare che gli antichi mestieri costituiscono per i nostri territori un volano per l'economia. "Dalla mia elezione a presidente della Confederazione - ha dichiarato Francesco Rosa - uno dei miei primi obiettivi era rappresentato dalla riapertura della scuola. Oggi questo proposito diventa realtà. E se tutto ciò è stato possibile lo si deve esclusivamente al Presidente della Provincia di Cosenza, Mario Oliverio, che ha creduto e sposato questo nostro progetto sin dal primo istante. Ringrazio, inoltre, l'assessore alla formazione e al lavoro della Provincia, Giuseppe Giudiceandrea, e tutta la sua struttura tecnica per averci dimostrato che la politica può riuscire a capire le esigenze del mondo delle imprese e, soprattutto, quello degli artigiani. Infine, ringrazio i Maestri Andrea Pontedoro e Francesco Pignataro, che hanno messo a diposizione il loro tempo e soprattutto la loro arte per questo proponimento".

Francesco Pignataro, figlio d'arte di questa cittadina con tradizione liutaria, che lavora e vive con la sua bottega a Bisignano, allievo dei grandi maestri Vincenzo De Bonis e Fabio Ragghianti, è colui che ha pensato fosse giusto offrire una splendida realtà come quella di un Festival. "Partecipando a numerose fiere ed esposizioni in giro per l'Italia e l'Europa, nel 2010 ho deciso di dar vita a questo Festival per celebrare le grandi tradizioni artigiane e musicali della nostra terra. Nelle edizioni precedenti, abbiamo già registrato la partecipazione di grandi espositori del settore e di illustri liutai, come Antonino Scandurra, Giocchino Giussani, Luciano Maggi, Amenio Raponi, Anastasio Fasanaro e Gianni Esposito. Così come si sono esibiti in concerto musicisti di calibro internazionale come Christian Saggese (che ritornerà anche per l'edizione 2014, ndr), Francesco Taranto e Giulio Tampalini. La nostra intenzione è quella di far crescere questo Festival sempre di più. Sono molto orgoglioso di poter anticipare che, per questo 4° Festival della Chitarra, siamo riusciti ad avere la partecipazione straordinaria dell'illustre M° Angelo Gilardino e del famosissimo Duo Scarlatti dell'Accademia di Santa Cecilia di Roma".

Vista la partecipazione nel corso dei tre giorni di Festival di questi grandi nomi dell'arte musicale, che terranno appositamente dei momenti di alta formazione, è da segnalare anche l'avvio di master classes per cui sono ancora aperte le iscrizioni. Chi fosse interessato, oltre ad iscriversi direttamente presso la sede del Festival, può rivolgersi al M° Francesco Pignataro, contattandolo al numero 328.7636528 oppure per mezzo di mail all'indirizzo: liuteriapfg@libero.it.

17/02/2014
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati

Allegati

In questa sezione