Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
22:13
Sabato
28/03/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2005/Sospese le autorizzazioni

La Regione sospende tutte le autorizzazioni

ORSOMARSO - La notizia della decisione di sospendere ogni autorizzazione per la costruzione di centrali idroelettriche assunta al termine del vertice ferragostano fra gli assessori regionali Adamo, Incarnato e Tommasi, è stata accolta con evidente soddisfazione ad Orsomarso e nel comprensorio dell’alto Tirreno cosentino.
La prima dichiarazione è quella del primo cittadino di Orsomarso Angelo Paravati che nei giorni scorsi aveva riunito un Consiglio comunale in seduta straordinaria ed urgente, aperto a cittadini e rappresentanti delle associazioni presenti sul territorio, con all’ordine del giorno proprio le determinazioni da assumere in opposizione all’ordinanza regionale che fissava le procedure che avrebbero portato da qui a qualche mese all’inizio dei lavori per la costruzione di due centrali idroelettriche con l’utilizzo rispettivamente di oltre 8 mila litri/sec. di acque del fiume Lao e di 600 litri/sec. di acqua del fiume Argentino.
“Esprimo a nome anche di tutto il Consiglio comunale di Orsomarso – ha dichiarato il sindaco Paravati – tutta la mia soddisfazione e la mia gratitudine verso gli assessori della Regione Calabria che si sono immediatamente attivati cogliendo pienamente la serietà delle questioni da noi poste e organizzando un vertice in pieno ferragosto che si è determinato proprio nel senso da noi auspicato. Questo risultato ci conferma ancora di più nella consapevolezza che quando si uniscono le forze e si lavora verso gli obiettivi che sono quelli del bene comune, allora il dialogo ed il confronto con le altre istituzioni diventa ancora più fruttuoso. Ed è proprio in virtù di ciò che ci sentiamo ancora più impegnati nel portare avanti quanto stabilito all’unanimità nella seduta del Consiglio comunale dell’11 agosto scorso ed in particolare la proposta di organizzare dopo il periodo estivo una conferenza di servizi qui ad Orsomarso che coinvolga la Regione Calabria, la Provincia di Cosenza, l’Ente parco del Pollino e tutti i soggetti rappresentativi a livello territoriale che faccia il punto della situazione”.
Sulla stessa lunghezza d’onde la dichiarazione del capogruppo di minoranza Alfredo De Caprio che ha dato atto al vicepresidente Nicola Adamo ed agli assessori Luigi Incarnato e Diego Tommasi di aver condiviso le preoccupazioni espresse dalla popolazione di Orsomarso rispetto ad un “progetto a dir poco discutibile” ed ha aggiunto che sosterrà l’iniziativa di “organizzazione di una conferenza di servizi che metta tutti attorno ad un tavolo per discutere seriamente di programmazione territoriale, di utilizzo delle risorse in funzione di uno sviluppo sostenibile, che passi attraverso la promozione di attività legate alla naturale vocazione turistica del nostro territorio e che siano compatibili con le esigenze di tutela e salvaguardia del patrimonio esistente”.
Il responsabile dell’associazione La Scossa Antonio Pappaterra, dal canto suo, ha dichiarato che quanto è avvenuto ad Orsomarso dev’essere il primo passo per avviare un nuovo modo di rapportarsi con il territorio e le risorse presenti, che “scriva la parola fine alle logiche coloniali”.
san.pio gio.
13/08/2005
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati