Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
19:14
Giovedì
16/07/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Rubriche/La Locandina/33^ Domenica (c)

La Locandina: non resteranno che pietre crollate

Anche questa domenica le letture sono sul senso finale della vita e della storia. Riflettendovi, ho trovato altri testi della Bibbia che ci possono aiutare a cogliere meglio il messaggio di speranza che affiora dall'immagine del tempio che crollerà, non lasciando pietra su pietra. Ve li trascrivo, per vs. comodità.
Lc 8,15: Il seme caduto sulla terra buona sono coloro che, dopo aver ascoltato la parola con cuore buono e perfetto, la custodiscono e producono frutto con la loro perseveranza. Lc 9,62: Ma Gesù gli rispose: "Nessuno che ha messo mano all'aratro e poi si volge indietro, è adatto per il regno di Dio". Gv 8,31-32: Gesù allora disse a quei Giudei che avevano creduto in lui: "Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi". Gv 15,9: Come il Padre ha amato me, così anch'io ho amato voi. Rimanete nel mio amore.
Eb 10,35-39: Non abbandonate dunque la vostra franchezza [traduzione dal greco "parresìa" che invece la versione tedesca Luther traduce con fiducia, confidenza ("euer Vertrauen") e così pure la traduzione inglese che ha "your confidence"], alla quale è riservata una grande ricompensa. Avete solo bisogno di costanza, perché dopo aver fatto la volontà di Dio possiate raggiungere la promessa. Ancora un poco, infatti, un poco appena, e colui che deve venire, verrà e non tarderà. Il mio giusto vivrà mediante la fede; ma se indietreggia, la mia anima non si compiace in lui. Noi però non siamo di quelli che indietreggiano a loro perdizione, bensì uomini di fede per la salvezza della nostra anima.
Personalmente sono rimasto conquistato dal passo di Giovanni: Se rimanete fedeli alla mia parola, sarete davvero miei discepoli; conoscerete la verità e la verità vi farà liberi. Mi ha fatto riflettere che non siamo ancora completamente discepoli di Gesù, né conosciamo la verità e nemmeno siamo interamente liberi. Lo siamo solo nella misura in cui restiamo fedeli e resistiamo, non voltando indietro lo sguardo, ma tenendolo fisso verso la stella polare che è Cristo.

33^ Domenica dell’anno (c)

“Continuando a resistere
salverete voi stessi”.
Così tu dici, mentre l’anno liturgico
sta per finire, ma non ciò
che mette a dura prova una fede
chiamata a leggere l’invisibile in un mondo
che non ne conosce più l’alfabeto.
Tutto crollerà,
anche il tempio della nostra civiltà
e quello della tecnica di cui andiamo fieri
parimenti a quelli eretti da ogni religione.
Solo resterà la capacità di scorgerti
oltre ogni vuoto, continuando ad amare
e correrti incontro al nostro tramonto.
(GM/14/11/04)

VANGELO di LUCA 21,5-19 - Mentre alcuni parlavano del tempio e delle belle pietre e dei doni votivi che lo adornavano, disse: "Verranno giorni in cui, di tutto quello che ammirate, non resterà pietra su pietra che non venga distrutta". Gli domandarono: "Maestro, quando accadrà questo e quale sarà il segno che ciò sta per compiersi?". Rispose: "Guardate di non lasciarvi ingannare. Molti verranno sotto il mio nome dicendo: "Sono io" e: "Il tempo è prossimo"; non seguiteli.
Quando sentirete parlare di guerre e di rivoluzioni, non vi terrorizzate. Devono infatti accadere prima queste cose, ma non sarà subito la fine". Poi disse loro: "Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno, e vi saranno di luogo in luogo terremoti, carestie e pestilenze; vi saranno anche fatti terrificanti e segni grandi dal cielo. Ma prima di tutto questo metteranno le mani su di voi e vi perseguiteranno, consegnandovi alle sinagoghe e alle prigioni, trascinandovi davanti a re e a governatori, a causa del mio nome.
Questo vi darà occasione di render testimonianza. Mettetevi bene in mente di non preparare prima la vostra difesa; io vi darò lingua e sapienza, a cui tutti i vostri avversari non potranno resistere, né controbattere. Sarete traditi perfino dai genitori, dai fratelli, dai parenti e dagli amici, e metteranno a morte alcuni di voi; sarete odiati da tutti per causa del mio nome. Ma nemmeno un capello del vostro capo perirà. Con la vostra perseveranza salverete le vostre anime.
11/11/2004
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


2 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione