Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
20:41
Sabato
19/09/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/Precedenti/Notizie/Solidarietà

Un ponticello fra i ponti di pace

CIRELLA - Un ponticello fra i ponti di pace. È questo in sintesi il messaggio emerso dall’incontro svoltosi mercoledì 28 dicembre presso la parrocchia di Santa Maria dei Fiori di Cirella di Diamante, durante il quale è stato presentato il progetto “un seme di speranza”, dedicato all’organizzazione di azioni concrete di aiuto in favore del Caritas Baby Hospital di Betlemme, unico ospedale pediatrico in terra di Palestina.
L’iniziativa è stata promossa dal settore giovani dell’Azione cattolica parrocchiale ed ha vissuto momenti particolarmente intensi, sia dal punto di vista del coinvolgimento della piccola comunità cirellese, che per i contenuti che sono stati proposti dai vari relatori. Lo scopo del progetto e le varie fasi di svolgimento sono stati illustrati da Daniela che, servendosi di una presentazione multimediale, ha delineato tutta l’articolazione di una proposta che è mossa dalle idealità forti che parlano di pace, solidarietà, nonviolenza.
Tutti questi aspetti sono stati ulteriormente sviluppati, dal punto di vista teologico, senza perdere mai di vista la realtà dei fatti, dall’intervento del teologo don Giovanni Mazzillo il quale ha proposto una lettura attenta del fenomeno della violenza radicata che tende a diventare radicale, sotto la spinta dell’intreccio perverso fra economia e potere. Una proposta, quella del sacerdote calabrese, che prende le mosse direttamente dalle icone del vangelo della nonviolenza e di una vita cristiana autentica. Particolarmente significativa è stata la testimonianza di suor Tosca, Francescana elisabettina di Padova che ha presentato la realtà del Caritas Baby Hospital di Betlemme, definito un esempio di fede vissuta. Il parroco di Cirella don Mario Spinicci ha ringraziato i giovani parrocchiani che si sono resi protagonisti dell’iniziativa, sottolineando il fatto che essa è importante non solo per quello che la comunità potrà donare, ma anche per ciò che essa stessa potrà ricevere in termini di umanità e di speranza.
Al termine si è svolto il Concerto di solidarietà, tenuto da Otello Profazio che ha presentato “La Calabria canta il Natale”. Concerto offerto dal comune di Diamante, presente alla serata con il sindaco Ernesto Caselli e l’assessore Pino Pascale, entrambi i quali hanno espresso piena adesione al progetto ed impegno a sostenerlo fino in fondo.
(san. pio gio.)
29/12/2005
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione