Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
16:28
Lunedì
06/04/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2004/Festa adesione AC

Celebrata festa di adesione all'Azione cattolica

ORSOMARSO – Come da tradizione ormai consolidata, in coincidenza con la solennità dell’Immacolata si è svolta ad Orsomarso la festa dell’adesione all’Azione cattolica che, ieri pomeriggio, ha visti riuniti nella chiesa parrocchiale dedicata a San Giovanni Battista, gran parte degli oltre cento iscritti fra adulti, giovani e ragazzi.
festa ciao

La celebrazione, officiata dal parroco don Antonello Pandolfi è stata semplice ma nello stesso tempo molto intensa ed è servita a tracciare quelle che sono le linee programmatiche del nuovo percorso di fede e di impegno sociale al servizio della comunità. In apertura della cerimonia la Presidente dell’Azione cattolica parrocchiale Teresa Cosentino, riconfermata all’unanimità dal consiglio nei giorni scorsi, ha svolto la relazione di apertura tutta incentrata sul nuovo ruolo che i laici svolgono all’interno della Chiesa, che prevede un maggiore impegno e un coinvolgimento diretto, con responsabilità specifiche, in settori che in passato erano di esclusivo appannaggio dei parroci.
Tutto ciò ha comportato una ridefinizione di compiti e funzioni dei tradizionali volontari e dei fedeli maggiormente impegnati che si vedono riconosciuto un coinvolgimento sostanziale nella vita stessa della parrocchia e nella sua capacità di interagire con la società. Insomma, maggiori onori, ma anche tanti e più gravosi oneri, che la neo eletta presidente dell’AC di Orsomarso non ha mancato di richiamare con estrema puntualità.
Una scelta consapevole, quindi, quella dei soci dell’Azione cattolica che si è richiamata direttamente alle consegne della “contemplazione, comunione e missione”, che Giovanni Paolo II a Loreto le ha affidato e che si riassumono nel suo pressante invito che “Il dono più grande che potete fare alla Chiesa e al mondo è la santità”.
Un impegno e una sfida che vuole confermare l’idea che è ancora possibile essere laici dedicati al vangelo nella propria vita quotidiana, in sintonia con il proprio vescovo e disposti a dedicarsi stabilmente all’edificazione di un mondo di giustizia e di pace.
(san.pio gio.)
08/12/2004
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


46 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione