Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
12:58
Giovedì
09/04/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2004/Proteste per la cava

Forti proteste alla Marina per la cava

ORSOMARSO – Forti proteste da parte di numerose famiglie che abitano nella contrada Marina di Orsomarso a causa dei continui smottamenti di terreno proveniente da una cava di materiale inerte che si trova al di sopra della carreggiata della ex strada provinciale.
La coltivazione della cava, iniziata circa due anni fa in concomitanza con l’avvio dei lavori di costruzione dell’aviosuperficie di Scalea, ha completamente modificato le caratteristiche del paesaggio con un prelievo enorme di materiale che ha portato allo sventramento di un’intera collina. Nonostante le continue e vibrate proteste di un agguerrito gruppo di famiglie, l’attività estrattiva è andata avanti fino ad alcuni mesi fa, quando la cava è stata chiusa e posta sotto sequestro dall’autorità giudiziaria e in attesa che venissero adottate le misure di messa in sicurezza, attraverso opere di sistemazione del terreno a gradoni e di piantumazione di alberi che avrebbero dovuto favorire in breve tempo il risanamento, limitando al minimo i rischi connessi con l’inevitabile dissesto idrogeologico.
Una situazione di pericolo annunciato che, nonostante fosse stato continuamente segnalato dagli abitanti del luogo e anche, da quanto si è appreso, dagli organi istituzionalmente preposti, con l’arrivo delle piogge è diventata veramente insostenibile con continui smottamenti e vere e proprie slavine che hanno ripetutamente invaso la sede stradale, investendo anche i terreni circostanti, con gravi danni alle colture agricole.
Uno spettacolo al quale si è assistito anche nei giorni scorsi, quando si sono abbattuti sulla zona temporali di forte intensità e che, insieme ai ripetuti disagi, hanno inasprito ulteriormente gli animi, non solo delle famiglie che vivono nelle vicinanze della cava, ma anche di tutti coloro che quotidianamente percorrono la ex strada provinciale.
(san.pio.gio.)
29/12/2004
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione