Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
16:14
Mercoledì
10/08/2022
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2007/Politica/Congresso Ds

Iovene: Mozione Fassino lasci perdere trionfalismi

ORSOMARSO - Mentre ad Orsomarso la sezione A. Gramsci dei Ds si prepara a celebrare il congresso, riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa della mozione congressuale "A sinistra per il socialismo europeo" cortesemente trasmessoci dal senatore Nuccio Iovene e che risponde ad un precedente comunicato della Mozione Fassino sull'andamento dei congressi in Calabria. Tutto ciò alla scopo di offrire uno spazio di ulteriore discussione sulla sinistra italiana e sul suo futuro.

SINISTRA DS/CONGRESSO: MAGGIORANZA FASSINIANA LASCI PERDERE TRIONFALISMI E SI PREOCCUPI SERIAMENTE DELLO STATO DEL PARTITO.
NOTA STAMPA DEL COORDINAMENTO DELLA SINISTRA DS DELLA CALABRIA

Il coordinamento calabrese della mozione fassino ha fatto sapere, con grande enfasi, che, sui primi 46 congressi di sezione svoltisi in Calabria sino ad ora, essa avrebbe raggiunto l'85% dei consensi. Non è motivo di particolare vanto ostentare "maggioranze bulgare" che certo non aiutano a costruire credibilmente un partito pluralista e aperto, e unito nella sostanza. In realtà mentre si sostiene di voler dar vita ad un "partito democratico", per le modalità concrete messe in atto e per gli scenari che si prospettano, esso appare sempre più simile ad un "partito neodemocristiano".

Tesseramento gonfiato, come la vicenda della federazione di vibo valentia testimonia, e tutti sanno che non è l'unico caso; congressi trasformati da luoghi di discussione e riflessione a referendum pro segretario; vecchi vizi della sinistra da "centralismo democratico" che vanno a sommarsi con quelli da signori delle tessere di democristiana memoria; questo il panorama in molti casi prevalente e per niente attraente che offre la maggioranza fassiniana dei DS in Calabria. In questo quadro meraviglia come non abbiano raggiunto il 110%.... Allontanando e rendendo ostile il clima nei confronti di chi la pensa diversamente, esprime una valutazione critica, propone un'alternativa si fa presto a rappresentare il 100% di chi resta, cioè di se stessi, mentre tanti compagni e compagne vengono spinti all'abbandono della militanza e dell'impegno politico.

A fare ancora più impressione è che questi risultati vengano sbandierati all'indomani delle due puntate della trasmissione "W l'Italia. Pane e politica" in cui i partiti e la politica in Calabria, compresi i DS, si presentano, per usare un eufemismo, nella loro forma peggiore.

Una forza politica vitale, seriamente preoccupata del proprio stato di salute e della propria credibilità agli occhi dell'opinione pubblica, si sarebbe interrogata e avrebbe favorito una riflessione critica ed autocritica, avrebbe avviato una coraggiosa azione di autoriforma senza ricorrere a rinchiusure, truppe cammellate ed esercizio del potere spesso separato dalle idee e dai programmi. I compagni e le compagne che fanno riferimento alla mozione Mussi non si arrendono alla impossibilità di cambiare. La loro collocazione ed identità a sinistra si manifesta esattamente nell'impegno a cambiare la Calabria, la politica nella nostra regione ed anche i DS. E fanno appello ai tanti che manifestano disagio e preoccupazione per lo stato del nostro partito perché con il loro voto nei congressi di sezione contribuiscano al profondo cambiamento di cui c'è bisogno.

Sen. Nuccio Iovene
15/03/2007
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


1 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione