Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
03:06
Giovedì
08/12/2022
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Orsomarso/2007/Politica/Sospeso il Consiglio

Consiglio sospeso. Commissario è Francesca Pezone

ORSOMARSO - Il Consiglio comunale di Orsomarso da 3 giorni è formalmente sospeso e la gestione provvisoria è stata affidata al Viceprefetto Aggiunto Francesca Pezone, nominata Commissario Prefettizio. Il provvedimento che era ormai atteso e abbastanza scontato, è stato assunto dal Prefetto di Cosenza con decreto datato 3 novembre ’07 e notificato a tutti i componenti del civico consesso nella giornata di martedì 6 novembre scorso. L’autorità di Governo della Provincia di Cosenza nel proprio atto ha innanzitutto richiamato il fatto che il Consiglio comunale di Orsomarso non ha provveduto entro i termini di legge all’adozione dei provvedimenti relativi alla salvaguardia degli equilibri di bilancio; inadempienza rimasta tale anche dopo la diffida notificata in data 4 ottobre 2007.

Il decreto del Prefetto fa seguito al provvedimento di nomina del Commissario ad Acta, del 29 ottobre, con il preciso comppito di provvedere, in via sostitutiva, all’adozione ed approvazione di tutti gli atti ritenuti necessari inerenti la salvaguardia degli equilibri di bilancio previsti dall’art. 193 del Testo unico 267/2000. Alla dott.ssa Francesca Pezone, che fra la primavera del 2003 e il giugno 2004 aveva già ricoperto l’incarico di Commissario straordinario del Comune di Orsomarso, sono stati conferiti, oltre ai poteri spettanti al Consiglio comunale, anche quelli spettanti al Sindaco e alla Giunta comunale. Sempre secondo quanto previsto dal Decreto legislativo 267/2000, il Prefetto di Cosenza ha contestualmente attivato il procedimento di scioglimento del Consiglio comunale che sarà adottato successivamente dal Ministero dell’Interno.

Si conclude così, con una interruzione anticipata, dopo 3 anni e 4 mesi dalla sua elezione, il quarto mandato di sindaco di Orsomarso di Angelo Paravati. Una caduta che, viste le modalità in cui è avvenuta, per molti è considerata come il definitivo fallimento di un modo di fare politica e di gestione della cosa pubblica. Sono pesanti, infatti, le accuse rivolte all’ex cittadino, additato come il principale responsabile della profonda crisi politica, sociale ed economica che sta attraversando il piccolo borgo del parco nazionale del Pollino. Una decadenza che, secondo un’opinione ampiamente condivisa ad Orsomarso, sarebbe stata acuita anche dal fatto che Paravati da anni ormai è residente stabilmente a Scalea, mentre per un amministratore è fondamentale il contatto diretto con la vita quotidiana di un paese ed i problemi che essa comporta.

san. pio gio.
09/11/2007
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati
In questa sezione