Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
16:05
Martedì
24/11/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/Precedenti/Notizie/Notizie 2008/Celebrazione solenne

La riapertura al culto della chiesa parrocchiale

TORTORA - Riaperta al culto la chiesa parrocchiale “S. Pietro Apostolo” alla presenza del Vescovo Mons. Kazimierz Wielikosielec. Celebrazione solenne e importante a Tortora (centro storico) domenica mattina 29 giugno! Dopo quasi tre anni di lavoro, è stata restituita al culto la chiesa parrocchiale S. Pietro Apostolo, rimessa completamente a nuovo, grazie al pregevole restauro effettuato dalla ditta De Filippo di Maratea, che, per la veità ha dovuto intervenire anche per consolidare la statica dell’edificio. Questo, al seguito dei vari eventi sismici subiti, era diventata, a dire dal parroco don Giovanni Mazzillo, affiancato da don Benjamin Bisu Aind, come una grande statua dai piedi d’argilla.

Del tutto straordinaria e gradita è stata la presenza di Monsignor Kazimierz Wielikosielec, vescovo ausiliare di Pinsk (Bielorussia), che ha un legame particolare con la terra di Calabria, perché è insignito del titolo onorifico di “vescovo titolare” di Blanda Julia, l’antica colonia romana che ebbe sede sul colle Palècastro di Tortora. Di Blanda era anche Julianus, che, insieme con Leucosio di Tauriana, è il vescovo calabrese più antico di cui si abbia notizia. Suoi successori furono Romano, Pasquale e, ultimo, Gaudioso, nel 743. A partire da questa data cessano le notizie sulla città di Blanda e sui suoi vescovi, ma le autorità vaticane continuano ancora ad assegnarne la titolarità nominale, che oggi, per l’appunto, è di Mons. Wielikosielec.

Nato il 5 maggio 1945 a Starovola, il giovane Kazimierz avvertì ben presto la vocazione religiosa e, superando i numerosi ostacoli frapposti dal regime comunista, riuscì a coronare il suo sogno il 3 giugno 1984, quando fu ordinato sacerdote. Appartenente all’Ordine dei Domenicani, è vescovo dal 24 giugno 1999.

Mons. Wielikosielec, accettando l’invito di Mons. Domenico Crusco, vescovo di San Marco Argentano-Scalea, ha concelebrato con lui l’eucaristia, insieme con don Augusto Porso, già parroco della stessa chiesa, don Francesco Lamarca, parroco della Marina di Tortora, e Padre Igor, interprete e accompagnatore del Vescovo bielorusso, che da domenica risulta essere tortorese, grazie alla cittadinanza onoraria, conferitagli, al termine della celebrazione, dal sindaco dott. Giuseppe Silvestri. L’evento ha visto l’afflusso di moltissimi fedeli, che hanno sottolineato con la loro presenza, intervenendo anche dai paesi vicini, l’importanza delle nostre radici storiche, per continuare a vivere dignitosamente e con fierezza in una terra che da sempre si è distinta per la sua accoglienza verso i popoli più diversi, così come dimostra la festosa accoglienza tributata al nuovo cittadino di Tortora e Vescovo titolare di Blanda Julia Mons. Kazimierz Wielikosielec.

Biagio Moliterni
30/06/2008
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


0 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati