Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
22:39
Venerdì
18/09/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/Precedenti/Notizie/Notizie 2008/Il no di ItaliaNostra

Rifiuti: Il no grazie! ragionato di ItaliaNostra

ItaliaNostra espressa netta contrarietà ad ogni ipotesi di smaltimento di parte dei rifiuti della Campania anche in Calabria. Lo fa con un ragionato documento nel quale emerge anche una chiara accusa a quella che viene definita come emergenza frutto di intrecci politico-affaristici e criminali che hanno radici in un passato lontano almeno 14 anni. Ecco il testo del comunicato.

ALTO TIRRENO

La falsa emergenza rifiuti, in realtà una routine, in Campania non è un flagello sceso dal cielo o un cataclisma dovuto agli eventi naturali per i quali le popolazioni delle altre regioni dovrebbero essere solidali, ma è frutto, al contrario, di 14 anni di una scandalosa incapacità gestionale all’ombra del Vesuvio e di intrecci malcelati tra politica, gestione rifiuti e criminalità organizzata, questo carico è da ritenersi a dir poco assurdo, inconcepibile, dannoso in una regione come la Calabria che, specie per la situazione in provincia di Cosenza, sta per vivere la sua stagione buia di emergenza rifiuti, una bomba che potrebbe esplodere da un momento all’altro anche per la saturazione dei siti calabri a causa di quantitativi provenienti dalla Campania.

Questo è il timore legittimo dei calabresi che stanno apprendendo allarmati di questa sorprendente disponibilità quando invece la Basilicata, regione sorella, non ha fatto lo stesso vedendo alle sue porte l’ideazione di una iniqua discarica campana tra Caggiano e Vietri di Potenza. Non è forse vero che i panni sporchi si lavano in famiglia? Da quando si lavano in casa altrui?

Alla luce di tutti questi avvenimenti che ci stanno avvicinando sempre più ad una realtà fatta di immondizie, di inquinamento con neoplasie in omaggio, nella regione Calabria e soprattutto nella Calabria settentrionale-Pollino, Italia Nostra si domanda quali biomasse reggano il confronto economico con i maleodoranti e abbondantemente disponibili rifiuti interregionali da valorizzare nelle centrali i cui progetti spuntano come i funghi o che sono già realizzate anche nel Parco del Pollino !!

In Calabria molte persone campane giungono ogni estate per le vacanze, troveranno anche la loro immondizia ad aspettarli?
Mamma li turchi! Mamma la mondezza campana!

Italia Nostra onlus - Gruppo Interregionale PN del Pollino
11/01/2008
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


1 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati