Accedi oppure Registrati
Prima pagina Notizie Articoli Foto Dizionario dialettale Abystron teche Sostienici

dove
Direttore: Pio G. Sangiovanni Credits | Privacy
23:13
Giovedì
26/11/2020
Traduci English Français Español Deutsch Portuguese
Sei in /Calabria/Precedenti/Notizie/Notizie 2008/Rifiuti campani a Scalea?

Rifiuti campani a Scalea? la protesta del sindaco

SCALEA - E’ notizia di ieri mattina quella che sarebbe stata notificata un’ordinanza commissariale per la distribuzione di 250 tonnellate di rifiuti in provincia di Cosenza, dei quali 125 a Scalea nella nuova buca di Piano Dell’Acqua. Ferma l’opposizione del sindaco di Scalea e dell’intera amministrazione con la solidarietà di tutti i sindaci che inviano i rifiuti nella discarica consortile di Scalea.

«E’ un fatto gravissimo – afferma il sindaco Mario Russo - che le istituzioni debbano apprendere dalla società di gestione della discarica che è stata fatta un’ordinanza commissariale per mandare 125 tonnellate di rifiuti campani a Scalea. E’ grave che la giunta regionale calabrese abbia adottato un atto deliberativo per accogliere mille tonnellate di materiale proveniente dalla Campania e, nello stesso tempo, è grave che abbia prodotto figli e figliastri, perché ha individuato solo alcuni comuni dove mandare i rifiuti.
Mi chiedo perché – afferma il sindaco di Scalea - su otto comuni solo due siano stati individuati per andare a scaricare i rifiuti. Non siamo i fessi della situazione e ci opporremo in maniera ferma per impedire che questo accada perché sarebbe un vero scempio ambientale; una decisione che non servirà a risolvere un’emergenza quale è quella della Campania, ma che ne creerà una nuova. Il problema non si risolve certo mandando 1.000 tonnellate di rifiuti in Calabria. Abbiamo messo in atto tutte le iniziative necessarie per impedire che camion di indubbia e di diversa provenienza, tranne quelli dei comuni autorizzati a scaricare a Scalea, possano recarsi presso la nostra discarica. Non sono per le maniere forti e ritengo di poter ragionare con le istituzioni e, in particolare, con l’ufficio del commissario per invitarlo a recedere da questa sciagurata ordinanza contro la quale ci opporremo con tutti i mezzi.
Infine - -conclude Russo - devo ringraziare tutti i sindaci, che dal primo momento in segno di solidarietà sono vicini al comune di Scalea per impedire che possa accadere questa sciagura nel nostro territorio».

COMUNE DI SCALEA - L’UFFICIO STAMPA - Scalea, 24 gennaio 2008
24/01/2008
Bookmark and Share
Ascolta con webReader

 


2 commenti.

Per visualizzare lo spazio commenti è necessario accedere al sito.

Accedi
Nome utente
Password
 
 
Registrati | Recupera dati